Percolato in mare: Comune di Castellammare sarà parte civile nel processo

130

“L’Amministrazione comunale di Castellammare di Stabia si costituirà parte civile nel processo sugli sversamenti di percolato nel depuratore di foce Sarno”.

Lo annuncia il sindaco di Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio.

“Le notizie riportate dalla stampa e contenute negli atti giudiziari sono allarmanti per la salute pubblica e per l’ambiente”, aggiunge il primo cittadino. “Da quanto emerso, anche nel golfo di Castellammare sarebbero state immesse, negli ultimi anni, in spregio delle più elementari norme di sicurezza, tonnellate di melma velenosa che potrebbe aver compromesso l’ecosistema marino e, cosa ancor più grave, inquinato anche la catena alimentare”.

“Contro questo scempio, l’Amministrazione comunale si costituirà parte civile al fine di tutelare la città e la cittadinanza da scelte irresponsabili che potrebbero non essere ricondotte ai soli comportamenti delle strutture commissariali in materia di gestione e trattamento dei rifiuti, ma anche a livelli decisionali locali. Stiamo studiando le carte”.

Share

Lascia una risposta