Musica a tavola: martedì 15 febbraio con stellati, osterie e tipicità campane

186

Promuovere il territorio Campano, tra Arte e Gusto, attraverso l’enograstronomia al Festival della Canzone Italiana. E’ la mission lanciata dal Gruppo Eventi, con  il supporto della 30NODI srl, in vista del Sanremo 2011. Una vetrina di sapori ed arte, con prodotti tipici, pellicole e libri che raccontano di un territorio che continua ad essere protagonista indiscusso, in termini turistici, a livello internazionale. E tutto ciò nell’ambito di CASA SANREMO, area adibita all’accoglienza per artisti e vip ospiti del festival della canzone italiana. Area adibita dal Gruppo Eventi quest’anno all’Hotel Londra, a pochi metri dall’Ariston. Qui dove vip e giornalisti saranno accolti ogni giorni, dal 15 al 19, dalle note di Radio Italia e il supporto mediatico delle società 30Nodi, WCDLive e Capri Event. Il programma di Casa Sanremo, creato dal Presidente Vincenzo Russolillo, accompagnerà dunque gli ospiti del Festival della Canzone Italiana, tra musica, intrattenimento, momenti mondani ed eventi enogastronomici. Le Regioni in vetrina saranno: Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Piemonte e Sicilia. Accoglienza ed ospitalità saranno coordinati da Ludovico D’Urso dell’Ipssar Cavalcanti di Napoli, che ha coinvolto gli studenti dell’Istituto Alberghiero, avvalendosi in sala della collaborazione di Patrizia Trotta di In Tavola. Il 15 dunque sarà protagonista la Campania, con il coordinamento food & beverage del “ristorattore” Fofò Ferriere. “Per la Campania abbiamo creato con Luisa Del Sorbo della 30NODI – spiega Fofò Ferriere, direttore Food & Beverage del Gruppo Eventi – una squadra dai sapori Mediterranei. Ci saranno dunque gli stellati Iacobucci, Pisaniello e Vitale, con gli chef del circuito Slow Food ed Espresso, quali Maria Mone di Caserta, Salvatore Accetto e Mimmo De Gregorio per la Penisola Sorrentina, Ivan Iovane di Poggiomarino, Francesco Parrella di Napoli e Pasquale Torrente di Cetara. Ognuno di loro racconterà un piatto con tipicità del territorio, con prodotti di qualità come la Pasta napoletana Leonessa, la colatura di alici, maialino nero di Caserta, provolone del Monaco, pomodorino promossi da Vittorio Imperati con il marchio VIP e i vini del Vesuvio di Cantine Podere del Tirone e Terre di Sylva Mala”.

Un tour tra gusto e sapori accompagnato dalla presentazione di libri ed artisti del territorio. Nello spazio “Writers” coordinato da Pierpaolo Grezzi, la giornalista Santa di Salvo di Il Mattino, presenterà infatti i libri: Ricett Iss di Giuseppe Daddio della Scuola di Cucina Dolce & Salato di Maddaloni, Mani in Pasta di Antonio Pisaniello, chef patron del ristorante stellato La Locanda di Bu di Nusco, e La Cucina delle Sirene di Francesco Aiello, esperto della Guida ai Ristoranti di L’Espresso.

Inoltre nell’area teatro dell’Hotel Londra, ogni mattina, sarà possibile assistere alle proiezioni di alcune pellicole di Massimo Troisi, grazie alla Partnership del Comune di San Giorgio a Cremano con il Premio Troisi, riuscendo così a garantire una vetrina a Sanremo degli oggetti utilizzati dall’artista nei suoi film, come la bici del film Il Postino.

Lascia una risposta