“Napoli Italia”: l’esperienza politica e personale di Antonio Bassolino

223

L’ex governatore della Campania Antonio Bassolino ha presentato nei giorni scorsi il suo libro “Napoli Italia”. Il libro è edito da “Guida” ed è una sorta di excursus storico della sua esperienza politica ed amministrativa dal 1993 al 2010. Un libro che parla tanto di passato, di problemi che Bassolino ha dovuto affrontare, ma con accenni importanti sulla situazione attuale e sul futuro. Il racconto inizia con la sua prima candidatura a sindaco di Napoli nel 1993. All’epoca vinse le elezioni comunali contro un acerrimo rivale: Alessandra Mussolini. Dopo aver portato a termine il mandato nel 1997 viene rieletto stavolta non al ballottaggio come la volta precedente ma con una vittoria incontestabile. Importante è la sua esperienza come ministro del lavoro. Tuttavia dopo poche settimana dall’assunzione dell’incarico si dimette in seguito alla morte del suo consulente giuridico Massimo D’Antona. Due situazioni politiche importanti le ha vissute nel 2000 e nel 2005. Infatti nel 2000 a sorpresa si candidò alla presidenza della Regione Campania abbandonando la sua carica di sindaco. “Fra i motivi della scelta – ha detto Bassolino – c’era il bisogno di vincere con il centro sinistra in Campania,anche se mi è sempre dispiaciuto non Aver continuato a fare il sindaco”. In tutte e due le elezioni ebbe una critica veramente aggressiva da parte della stampa e di esponenti anche della sua fascia politica. Il rimprovero di maggior portata era il fatto che lasciasse la carica di sindaco per ricoprire cariche più prestigiose. Nonostante tutta questa situazione mediatica riuscì a centrare due schiaccianti vittorie. Inoltre nel libro ci sono due capitoli che sono di vita personale:uno dedicato al fumo e l’altro alla gatta. Egli sia nel libro che domenica ha sottolineato che la sua esperienza politica regionale e comunale è stato per molti aspetti positiva (soprattutto per la realizzazione di grandi opere) ma ci sono state anche situazioni non buone. Bassolino ha sottolineato più volte nel corso della serata che ha cercato di fare di tutto anche per la situazione rifiuti che si è andata sviluppandosi nel corso della sua legislatura. L’ex governatore ha dichiarato “Nel corso della mia carriera politica ho cercato sempre di mettere al primo posto gli interessi della collettività e mai i miei interessi personali. E questo lo dico ancora adesso ad anni di distanza da tutte le critiche che ho ricevuto in modo improprio da parecchi”. Insomma questo libro forse farà discutere ma aldilà degli aspetti di contorno ci dà comunque l’immagine di una persone carismatica che è riuscito sempre a vincere le sue battaglie politiche.

Aniello Danilo Memoli

Share

Lascia una risposta