Napoli, convention Arcipelago Campano: risorse e sviluppo del territorio

315

“L’Associazione Napoli Europea, sulla scorta della corretta ed annosa esperienza della Fondazione Roma Europea, attiva sul territorio romano, si propone di operare in ambito politico, economico, sociale, cultuale, al fine di rilanciare e sviluppare ancora di più tali attività nel territorio di Napoli”. E’ quanto dichiarato dal senatore Salvatore Lauro, presidente dell’Associazione Napoli-Europa, in apertura dei lavori della convention “Le grandi infrastrutture a Napoli e in Campania”, svoltasi nella sala Calipso della Stazione Marittima, gremita di imprenditori, politici e semplici cittadini, richiamati da una campagna di sensibilizzazione sullo sviluppo del Mezzogiorno, fanalino di coda, nonostante le promesse dei vari governi, succedutosi alla guida del Paese.

Invitato l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti ha presentato il programma di investimenti dell’Azienda e risposto alle molte domande dei presenti.  “Il Mezzogiorno è tagliato fuori – ha detto – dai grandi corridoi europei almeno fino a quando non sarà realizzata la linea ferroviaria ad alta capacità fra Napoli e Bari ferma da anni”. “Abbiamo completato i progetti preliminari e definita la parte Napoli-Benevento con riferimento alla stazione di Afragola. Ci sono già finanziamenti – ha aggiunto – sufficienti per far partire i lavori. Centoquarantesi chilometri che saranno percorsi in due ore rispetto alle tre e più attuali. Un’operazione da cinque miliardi di euro fra investimenti e privati e pubblici”. Inoltre in fase di realizzazione il sistema di metropolitana regionale.

Al tavolo dei relatori anche Paolo Graziano neo presidente dell’Unione Industriali che ha sottolineato l’interesse degli imprenditori nello sviluppo dei servizi infrastrutturali.

“Obiettivi principali sono il rafforzamento e l’integrazione di marketing del territorio – è stato detto – con lo sviluppo di un brand “Arcipelago Campano” solido e coerente ed utilizzando applicazioni e strumenti delle nuove tecnologie per elevare la qualità complessiva dei servizi”.

Lo sforzo primario di Arcipelago è incentrato su un’imponente campagna di branding per mezzo del quale portare l’immagine del territorio ad alti livelli forgiando cosi un nuovo tipo di domanda turistica che va oltre gli stereotipi attribuiti alla Regione Campania e sviluppando anche proposte turistiche alternative quali la riscoperta del termalismo, del turismo culturale, naturalistico, congressuale e sociale. Al fine di ottimizzare l’offerta sul mercato nazionale ed internazionale, Arcipelago Campano si sta attivando per la conclusione di accordi con partners di alta rilevanza, quali compagnie aeree, crocieristiche, tour operator. Il braccio operativo è rappresentato dai Volaviamare Point che fungeranno da accoglienza e prenotazioni aereo/treno/bus/aliscafo.

In vista delle prossime elezioni amministrative e per dare un sussulto alla Regione, insediatasi ormai da circa un anno e ferma nel settore del turismo, l’on. Salvatore Lauro proprietario della compagnia di navigazione Snav con interessi nel mondo del turismo, dell’intermodalità, delle comunicazioni è impegnato in sinergia con altri imprenditori in “Arcipelago Campano – Elisir di lunga vita”, la prima iniziativa di “Management Destination” in Italia e nel nuovo progetto “Romaneapolis.

Il comandante Lauro si è soffermato sul progetto di Romaneapolis che trasforma la capitale e le principali città del Mezzogiorno in un’unica grande metropoli, usufruendo di una serie di infrastrutture che permetteranno di abbattere le distanze e tali da consentire una svolta storica, paragonabile a quella del 1960 con l’apertura dell’Autostrada del Sole: con l’inaugurazione dell’Alta Velocità le due città distano poco più di un’ora di treno.

Mario Carillo

Share

Lascia una risposta