Torre Annunziata: completata la tratta fognaria di via Sepolcri

314

Il consigliere regionale, L’on. Raffaele Sentiero, dichiara ormai conclusa una prima importante tappa per l’apertura della tratta autostradale di via Sepolcri. Nelle scorse settimane Il Gazzettino Vesuviano aveva pubblicato alcune dichiarazioni di Sentiero in cui si mostrava l’urgenza di consentire alle città di Torre Annunziata e Boscotrecase di avere una comunicazione diretta con l’autostrada A3.

Per cinque anni i lavori erano stati sospesi per ragioni non solo economiche, ma soprattutto burocratiche. Vi era infatti una contorta sovrapposizione di responsabilità tra enti comunali e provinciali. Sentiero aveva fatto appello alla Provincia per consentire la messa in opera della prima pietra. E ora i primi passi sono ormai compiuti nei tempi prestabiliti il gennaio scorso. La regione Campania ha ultimato i lavori sulla condotta “Mandata 2” di Torre Annunziata. A dare l’annuncio è stato l’assessore regionale della Protezione civile, Edoardo Cosenza, il quale ha ricordato che tutto è stato fatto secondo le regole della Provincia e dei comuni di Boscotrecase e Torre Annunziata. Questa prima tappa consiste nel riallaccio fognario con il depuratore. Ma i lavori non sono del tutto ultimati. Al comune di Boscotrecase spetterà la pulizia e la manutenzione di alcuni condotti fognari e successivamente a questo passaggio, responsabili dell’Anas e dell’Autostrade Meridionali dovranno definire le modalità di intervento per il nuovo ponte autostradale. Nella supervisione dei lavori sono stati coinvolti oltre all’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Eduardo Cosenza e al vicepresidente della commissione regionale Lavori Pubblici e Urbanistica, l’on. Raffaele Sentiero, anche il consigliere regionale Mario Casillo, il sindaco di Boscotrecase, Agnese Rosaria Borrelli, l’ingegnere Bruno Mercurio del settore Cia della Regione Campania, e gli ingegneri Michele Cioffi e Silvio Sicignano del Commissariato delegato per l’emergenza Sarno.

Gioacchino Iuzzino

Lascia una risposta