Sant’Anastasia, “nasce il circolo culturale indipendente di destra Ortocrazia”

155

Con un’importante iniziativa popolare contro il caro assicurazioni si è realizzato il battesimo di Ortocrazia,circolo culturale indipendente di destra che già da alcuni anni aveva iniziato un’azione di recupero dei valori della destra autentica che sono diventati orfani di un vero partito di riferimento. E’ partita,infatti,da Sant’Anastasia-Madonna dell’arco domenica 20 febbraio dalle ore 9 alle 13, il primo appuntamento con la raccolta di firme per sostenere una petizione popolare al Presidente della Camera dei Deputati finalizzata alla revisione delle norme che regolano il mercato assicurativo in funzione della clamorosa disparità di trattamento che si è determinata sul territorio nazionale. Si arriva infatti,da parte dei napoletani,in particolare,a pagare fino a cinque volte la tariffa per una polizza RCA rispetto a quella che si paga in altre province d’Italia. Lo stato di clamoroso disagio che un mercato cosi poco equo determina nelle famiglie italiane,soprattutto monoreddito,ha fatto scattare la corsa all’adesione già appena l’iniziativa è stata comunicata sulla pagina ufficiale di facebook del circolo di Ortocrazia. Ambiziosa la meta dei promotori che è quella di raggiungere le 50000 firme previste dall’art.50 cost. per una proposta di legge di iniziativa popolare ma sono fiduciosi,sia per la legittimità della richiesta e sia per lo stato di “stanchezza” delle persone che in questi ultimi mesi non solo subiscono gravissime disfunzioni delle Istituzioni ma si avviliscono anche di fronte al fatto che non vedono nella politica attuale interlocutori affidabili a cui proporre la soluzione dei propri disagi,di conseguirla.
Ortocrazia vicina alle posizioni espresse da Fini a Milano nel congresso costitutivo di Futuro e Libertà ha intenzione di superare la “burocrazia”dei partiti e intervenire direttamente nel tessuto sociale per occuparsi,veramente, dei problemi della gente.

PASQUALE ANNUNZIATA

Share

Lascia una risposta