Napoli, centrosinistra tra primarie e polemiche

167

Di certo il centrosinistra a Napoli non ha vissuto in questi ultimi mesi e naturalmente anni dei momenti di grande distensione. Due infatti sono i dati negativi per il centrosinistra attualmente e che ovviamente non dovrà trascurare. Innanzitutto lo scandalo delle primarie per la scelta del candidato a sindaco ha lasciato una scia di dibattiti e polemiche che dura ancora oggi. Almeno da un punto di vista formale possiamo dire che ha vinto l’eurodeputato Andrea Cozzolino che quindi avrebbe battuto la concorrenza di Umberto Ranieri, Nicola Oddati e Libero Mancuso espressione della sinistra radicale. Ma in realtà le primarie sembrano non aver dato nessun candidato a sindaco. L’altro elemento che il centrosinistra che non deve assolutamente mettere nel ripostiglio è quello della valutazione dei cittadini. L’attuale amministrazione di centrosinistra guidata dal sindaco Rosa Russo Iervolino non riceve buone critiche né dalla stampa e né dai cittadini. Quindi l’opinione pubblica sembra essere nettamente pessimista sulle opere realizzate dall’attuale sindaco di Napoli e sulla situazione secolare della camorra e della vivibilità della città partenopea. Nonostante questi due aspetti molto rilevanti, il centrosinistra può ancora conservare lo scettro del potere della terza città d’Italia. Il quadro politico napoletano infatti è molto frastagliato. Il centrosinistra come abbiamo visto è spaccato e senza leader. Mentre il centrodestra non vive momenti tranquilli. Due infatti sono le questioni che sembrano dilaniare l’attuale coalizione di centrodestra. In primo luogo i continui attriti fra il governatore della Campania Caldoro e il “capo”del PdL Nicola Cosentino. Poi un altro enorme problema sono i contrasti ed i rapporti non ben delineati tra postfiniani,ex finiani e neofiniani e sulla possibile nascita di un terzo polo con un candidato a sé. Tra i possibili candidati a sindaco in tutte e tre le coalizioni,quindi,si registra una grande incertezza. Fra i nomi espressi in queste settimane dei media ci sono: Lucia Annunziata, Mara Carfagna, Raffaele Cantone etc.  tuttavia aldilà dei problemi che stanno affrontando i vari schieramenti politici dobbiamo evidenziare il vento favorevole al centrodestra degli ultimi anni in Campania. Questo lo si è visto sia alle regionali che alle provinciali. Soprattutto alle elezioni regionali i cittadini hanno voluto esprimere un voto negativo sull’operato di Antonio Bassolino in questi anni. A questo punto il centrosinistra avrà un compito non facile che può tentare di risolvere soltanto presentandosi alle elezioni con un candidato carismatico e pulito.

Aniello Danilo Memoli

Share

Lascia una risposta