Ricettava gli stereo rubati nei parcheggi di Capodichino: fermato

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Poggioreale e quelli dell’Ufficio di Polizia di Frontiera presso l’Aeroporto di Capodichino, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria Massimiliano Russano, napoletano di 40anni, in quanto gravemente indiziato per il delitto di ricettazione. Il fermo è scaturito da un’attività investigativa svolta dai poliziotti dei due uffici, nata per contrastare il vasto ed odioso fenomeno dei furti nelle auto parcheggiate presso l’aeroporto cittadino. Il fenomeno, particolarmente sentito dai viaggiatori, aveva negli ultimi tempi destato particolare preoccupazione. Negli ultimi giorni i poliziotti avevano denunciato a piede libero diversi pregiudicati orbitanti nel sedime aeroportuale. L’attività d’indagine aveva comunque portato all’individuazione di una figura di ricettatore di riferimento per tutti. L’uomo era tra l’altro proprietario di un garage nel Rione Amicizia nel quale aveva allestito un vero e proprio supermercato di merce rubata. Una sistematica attività di appostamento ha però dato pronto riscontro alle risultanze investigative. I poliziotti sono riusciti ad individuare il garage in Via Cupa Pozzelle dove, avuta certezza della presenza di Russano all’interno, hanno fatto irruzione. Il quarantenne è stato colto di sorpresa ed ha inizialmente provato a fuggire dopodichè, vistosi in trappola, ha tentato di richiudere la serranda di accesso rifugiandosi all’interno. Raggiunto all’interno e bloccato, Russano è stato dunque bloccato ed identificato. Da un primo esame degli archivi di polizia, l’uomo è risultato avere a suo carico precedenti per ricettazione di impianti stereo per autovetture. All’interno del locale, oltre a materiali e suppellettili varie, sono stati rinvenuti numerosissimi impianti stereo per autovetture di ultima generazione, apparati per navigazione satellitare ed apparati audiovisivi, alcuni già cellophanati e pronti per la rivendita. All’interno di un furgone Renault Kangoo, di proprietà di Russano e parcheggiato nel garage, sono stati inoltre rinvenuti altri impianti stereo, già stipati per esser trasportati e venduti presso qualche mercatino. Tutta la merce rinvenuta, nonché il furgone utilizzato per l’illecita attività, sono stati sequestrati. Massimiliano Russano è stato quindi fermato e poco dopo condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale. Le indagini proseguiranno per identificare eventuali complici.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano