Castellammare: i sindacati denunciano trasferimenti pilotati all’Asl Napoli 3 Sud

275

Si sarebbero verificati trasferimenti politicizzati e “pilotati” tra i dipendenti dell’Asl Napoli 3 Sud. La denuncia arriva da Antonio Borriello (Uil) e Salvatore Altieri (Cisl) che hanno scritto ed inviato una missiva al commissario straordinario dell’azienda sanitaria locale, Vittorio Russo. Seppure la missiva non contenga alcun nome, i riferimenti dei due sindacalisti sono ben chiari. «Si sono verificati trasferimenti di personale all’Asl Napoli 3 Sud – scrivono – facilmente riconducibili a posizioni politiche o sindacali. Spesso non si tiene nemmeno conto delle norme amministrative e della trasparenza e motivando gli spostamenti  con fantasiose interpretazioni della normativa per il diritto del lavoro ai disabili». Qualora fosse dimostrata la tesi di Uil e Cisl, si tratterebbe di un vero e proprio scandalo, l’ennesimo che coinvolge l’Asl Napoli 3 Sud. La missiva è stata inviata in copia anche alla procura di Torre Annunziata che potrebbe aprire un fascicolo d’inchiesta su questa segnalazione, mentre la lettera sarà ricevuta anche da Stefano Caldoro, Governatore della Regione Campania che sta operando tagli nel settore sanitario. «Secondo quanto ci risulta – spiegano Borriello e Altieri – c’è gente che è già in servizio, avendo beneficiato di un trasferimento “eccessivamente rapido” e inspiegabile, viste le competenze già presenti in organico e le motivazioni che hanno spinto allo spostamento di personale». La paura dei sindacati è che «dai trasferimenti regionali si passi a quelli extraregionali». Ma su questo punto, il commissario Russo è categorico: «Stiamo operando in grande trasparenza e, in caso di trasferimenti, stiamo operando solamente in conformità con la legge 104». Ma Uil e Cisl sono categoriche: «Bisogna immediatamente revocare i provvedimenti di trasferimento, avviare procedimenti sindacali per il reclutamento del personale e, se necessarie altre assunzioni, dare priorità ai tanti precari in graduatoria».

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta