Evade i domiciliari di notte, poi finge un malore: arrestato

Gli agenti del Commissariato di Polizia “Vasto Arenaccia”, nell’ambito dei controlli a persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, nella notte, si sono recati in Via Benedetto Cairoli, per verificare la presenza in casa di Marco Russo, 29enne, sottoposto al regime degli arresti domiciliari dal 1°maggio 2010. Dopo aver suonato più volte al campanello di casa, i poliziotti hanno appreso dal padre dell’uomo che lo stesso, 10 minuti prima, era uscito per recarsi in ospedale, avendo accusato un malore. In considerazione della vicinanza tra l’abitazione di Russo e l’ospedale Assalesi, percorribile in 5 minuti con l’auto e soli 10 minuti a piedi, l’uomo già sarebbe dovuto essere in ospedale, invece, anche in quella circostanza, gli agenti hanno accertato la sua assenza. Russo è stato notato dai poliziotti giungere in ospedale da Via Pietro Colletta, a bordo di un’autovettura, solo alle successive ore 2,05. Dopo essersi sottoposto a visita al pronto soccorso, così come aveva richiesto, l’uomo è stato arrestato dagli agenti che lo hanno condotto in carcere perché responsabile di evasione.

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano