Il sindaco Langella non si presenta in consiglio comunale: la risposta dell’opposizione

172

“Ancora una volta il sindaco Langella e la sua maggioranza desertano il consiglio comunale. Dalla malagestione dell’azienda speciale passando per la problematica dei parcheggi e dei piani di insediamento produttivo e tanto altro, sarebbero mille le domande per le quali l’amministrazione dovrebbe fornire una risposta alle opposizioni e al paese. Invece niente. Deserta il consiglio, non fa funzionare le commissioni consiliari, evita il confronto e le più elementari e basilari pratiche democratiche”. Così si esprimono i consiglieri di opposizione Giuseppe Balzano (Udc), Mario Farina (Idv), Ambrosio Giovanni (Pd), Luigi Buffone (Pd), Raffaele De Falco (Pd), Francesco Paolo Oreste (Pd), Luigi Buffone (Pd), e Luca Giordano (Pd), dopo il consiglio comunale di martedì 23 marzo, finito senza concludere nulla a causa dell’assenza del maggior numero dei consiglieri.

Boscoreale sta vivendo una crisi politica proprio nel momento in cui gli amministratori dovrebbero essere coesi per risolvere i problemi e le preoccupazioni che hanno afflitto e affligeranno i cittadini.

L’emergenza dei rifiuti infatti è tutt’altro che lontana.

“La discarica di Chiaiano viene sequestrata per motivazioni per le quali sfugge come mai Cava Sari resta ancora aperta; una conferenza dei servizi tenutasi in Regione lo scorso 21 marzo chiede una variante al progetto della Sari che permetta di utilizzare il percolato lavorato per usi interni e “irrigazione”; i sindaci dei diciotto comuni della zona rossa vengono convocati con urgenza in prefettura per  individuare in breve tempo un sito di stoccaggio”.

L’opposizione è preoccupata per la continua fuga del primo cittadino Gennaro Langella dalla sua responsabilità più importante, la salute dei cittadini boschesi.

Giovanna Sorrentino

 

Share

Lascia una risposta