Yebda: “Battiamo la Lazio per puntare allo Scudetto”

385

Hassan Yebda, centrocampista algerino in forza al Napoli, ha parlato alla consueta conferenza stampa prima del big match del San Paolo contro la Lazio tenutasi a Castel Volturno. Appena rientrato dall’impegno con la Nazionale che lo ha visto assoluto protagonista (l’Algeria ha battuto il Marocco 1-0 grazie al rigore trasformato proprio da Hassan che ha giocato nel ruolo di fantasista), ecco quanto dichiarato da Yebda:

“Sappiamo che quella di domenica sarà una partita difficile. La Lazio è una bella squadra. Noi sappiamo che dobbiamo fare qualcosa di bello per la città. Entrare nella storia? Per farlo si deve vincere lo scudetto, perchè Maradona l’ha vinto due volte. Loro avranno delle assenze, ma hanno altri giocatori che possono sostituirli senza problemi. Avremo una partita dura, speriamo con l’entusiasmo di riuscire a vincere. Dobbiamo far vedere che abbiamo carattere, dobbiamo vincere a tutti i costi”.

PRONOSTICO DEL DERBY DI MILANO – “Forse il pareggio è il risultato migliore per noi, ma dobbiamo pensare a vincere la nostra partita e poi penseremo ad altri discorsi. Togliere un giocatore a Milan e Inter? Boateng è importante, ci ho giocato insieme e può cambiare la partita. Comunque direi Ibrahimovic che è importantissimo per loro, mentre nell’Inter sicuramente Eto’o”.

CORSA SCUDETTO – “Mancano ancora otto partite, dobbiamo giocare partita per partita e alla fine vedremo dove siamo arrivati. L’uomo scudetto? Io direi che ci sono tre giocatori più un gruppo molto unito e tutti danno il massimo per la squadra”.

IL FUTURO – “Mi trovo molto bene a Napoli, c’è un bel rapporto con i compagni e il mister. Non so cosa sucederà, valuterò con la società. E’ ovvio che vorrei restare, sto facendo il massimo per dimostrare che posso dare un contributo. La cosa impportante adesso è la partita con la Lazio”.

IL MIGLIOR YEBDA – “Non si è ancora visto secondo me, però posso migliorare in questa fase finale. Punizioni? Io non ho paura, l’ho dimostrato con l’Inter facendo il cucchiaio. Non l’ho fatto in nazionale solo perché nel Marocco c’è Kharja dell’Inter che lo sapeva”.

PRESTAZIONE IN NAZIONALE – “Era molto importante per me fare bene, per noi è un derby molto sentito. Ho giocato in una posizione più offensiva, all’occorrenza se il mister lo chiede posso fare più ruoli. Nel mio paese ora c’è grande attenzione per il Napoli

“In chiusura ci tengo a ringraziare la società e i tifosi, sono contento di essere in questa squadra”.

Cosimo Silva

 

Share

Lascia una risposta