P.I.P. Sarno: pubblicato il bando per l’assegnazione dei lotti rimasti disponibili a seguito di rinunce o decadenze

720

Agro Invest S.p.A. ed il Comune di Sarno hanno pubblicato, questa mattina, il bando per l’assegnazione dei lotti di terreno edificabili per attività produttive, rimasti disponibili a seguito di decadenze o rinunce e ricadenti in una superficie complessiva di circa 42mila metri quadri del Piano per gli insediamenti produttivi di via Ingegno.

Il bando, per la cui attuazione l’Amministrazione comunale di Sarno aveva formulato il proprio indirizzo con delibera del 15 marzo scorso, era stato approvato dal Consiglio di Amministrazione di Agro Invest S.p.A. con deliberazione del 9 febbraio 2011.

 Le imprese interessate hanno tempo fino al prossimo 6 giugno per poter inoltrare la domanda e tutta la documentazione necessaria per partecipare al bando ad AGRO INVEST S.p.A. – sede operativa via Michelangelo Buonarroti snc – 84012 Angri (SA), in busta chiusa e sigillata, a mezzo del servizio postale di stato con raccomandata A/R, corriere autorizzato oppure mediante consegna a mano all’indirizzo su indicato.

Il bando integrale e tutti i relativi allegati sono disponibili e consultabili sui siti internet della società di trasformazione urbana e del Comune di Sarno agli indirizzi www.agroinvest.it e www. comune.sarno.sa.it.

Centriamo un altro traguardo importante per il futuro socio economico dell’intero territorio dell’Agro – ha dichiarato l’Amministrazione Delegato di Agro Invest S.p.A. Franco Annunziata La pubblicazione del bando per l’assegnazione dei lotti rimasti disponibili nell’area di via Ingegno era atteso da tempo. Grazie alla piena sinergia e allo spirito di collaborazione che questa società e questo Consiglio di Amministrazione hanno avuto in questi mesi con il Sindaco Amilcare Mancusi e con l’Amministrazione comunale di Sarno, il P.I.P. di via Ingegno, già in avanzata fase di attuazione, si avvia verso la completa realizzazione. Con questo bando assegneremo altri lotti, per un’area complessiva di circa 42mila metri quadri, offrendo la possibilità ad altri imprenditori di insediarsi nell’area industriale di via Ingegno, di investire in quel polo produttivo, determinando un indotto economico per l’intero comprensorio e, soprattutto, nuove prospettive occupazionali.”  

Share

Lascia una risposta