Basket, inizia col botto la post season del campionato di serie C dilettanti

Inizia col botto la post season del campionato di serie C dilettanti per le formazioni salernitane impegnate nei play-off, ovvero per il Laezza Salerno e il B. C. C. Agropoli, entrambe vittoriose in trasferta in gara uno dei quarti di finale. Amara delusione, invece, per la Simer Battipaglia, che ha perso gara uno dell’unico turno play-out e ora vede sempre più da vicino il baratro della retrocessione in serie C regionale.

Sul parquet siciliano si affrontavano la quarta (Eurogroup Gela) e la quinta (Laezza Salerno) classificata del girone H. I pronostici della vigilia erano tutti di parte isolana. In campo, però, sono stati tutti ribaltati da una squadra che ha disputato una gara quasi perfetta, vinta con pieno merito 81-89. E’ stato il primo urrà stagionale dei gialloblù in terra siciliana, arrivato proprio nel momento più importante e nonostante qualche acciacco fisico di alcuni elementi fondamentali del roster (Bizzarri out per infortunio e Cupito a mezzo servizio), che aveva fatto temere il peggio. La prestazione da incorniciare del rientrante Dragoni (17) ha fatto da traino a tutto l’organico, che ha trovato canestri importanti anche da Errico (22), Senatore (11), Passacantilli (11) e Stuppia (15). Ma è stato il gruppo, nel suo insieme, a costruire una straordinaria vittoria, mostrando una tenuta fisica, mentale ed atletica di tutto rispetto. «Devo innanzitutto ringraziare il preparatore atletico Tiziano Megaro – ha esordito l’allenatore salernitano, Antonio Barbuto –  per l’eccellente lavoro atletico fatto con la squadra. Devo poi evidenziare il contributo importante dato dai ragazzi del vivaio di Salerno, davvero bravi in questa occasione. Ora dobbiamo stare sereni, perché non abbiamo fatto ancora niente. Mercoledì ci attende una gara difficilissima ed un calo di tensione potrebbe rovinare tutto. Serve la massima concentrazione, per bissare il risultato». Mercoledì sera, infatti, alle ore 20:30, al PalaSilvestri, la serie potrebbe chiudersi e il Laezza Salerno potrebbe vedersi proiettato direttamente alla semifinale.

Il risultato più sorprendente di questo primo turno play-off è però arrivato da un altro parquet siciliano, quello della capolista del girone H, Food Energy Canicattì. L’impresa della giornata è stata compiuta dal B. C. C. Agropoli, che ha espugnato 65-68 il rettangolo di gioco isolano e così sorpreso dirigenti, tifosi e addetti ai lavori, che non avrebbero mai immaginato un simile exploit della compagine cilentana. I ragazzi di coach Enzo Maria sono scesi in campo con grande grinta e determinazione ed hanno sempre tenuto il naso avanti, nonostante la pressione ed il fiato sul collo dell’avversario. Con Rossi Pose (4) in versione metronomo, i vari Raffaelli (28) e Forino (15) hanno trovato facilmente la via del canestro, tenendo poi in difesa il giusto atteggiamento contro la formazione maggiormente accreditata al salto di categoria. Giovedì sera (ore 20:30), al PalaDiConcilio di Agropoli, potrebbe compiersi il miracolo: un eventuale successo dei locali, aprirebbe loro la strada verso la semifinale. Per l’occasione, ci si attende il tutto esaurito sulle gradinate della struttura salernitana, che potrebbe davvero risultare, come in tante altre occasioni, il vero sesto uomo in campo.

Rammarico e rabbia, invece, in casa Simer Battipaglia, per una sconfitta che ha lasciato l’amaro in bocca. Nonostante l’indisponibilità dell’infortunato Fereoli e de Di Lascio (in panchina solo per onore di firma), i biancoarancio hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, ma non sono riusciti a sfruttare il fattore PalaZauli per imporsi in gara uno dello spareggio retrocessione. L’Audax Reggio Calabria, squadra sicuramente più esperta, ha saputo mettere a frutto tutta la propria maturità, per riuscire ad espugnare il parquet salernitano, con il punteggio finale di 74-78. I viaggianti, avanti nella parte centrale della gara, si sono fatti riprendere e superare nell’ultima frazione, in virtù delle prove sugli scudi di Fabiano (22), Pierri (10) e Vicinanza (18) tra le fila locali, prima di svegliarsi dal sonno in cui erano caduti e andare ad acciuffare una vittoria preziosissima negli istanti conclusivi, che le potrebbe permettere già domenica prossima, in occasione di gara due al PalaCalafiore, di conquistare la tanto agognata permanenza in serie C dilettanti. «Innanzitutto – ha sportivamente ammesso coach Francesco Cantelmi – voglio complimentarmi con gli avversari per la meritata vittoria. Entrambe le formazioni hanno giocato una gara entusiasmante, molto equilibrata ed intensa, nonostante fossero reduci da una stagione difficile e travagliata. Al di là della sconfitta, mi preme evidenziare la crescita della mia giovane squadra, che ha giocato con grande carattere, provando a cambiare le sorti dell’incontro per tutta la sua durata. Mi attendo una gara due altrettanto avvincente».

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano