Straordinario Scafati: quarto posto e play-off conquistati

155

Va ufficialmente in archivio la stagione regolare del campionato di Legadue. Quarto posto e accesso ai play-off con il fattore campo a favore almeno nel primo turno. E’ questo lo straordinario risultato conquistato dalla Sunrise Scafati. A settembre scorso, nessuno avrebbe mai scommesso un solo centesimo su questo straordinario traguardo, che è arrivato a coronamento di un campionato straordinario, giocato ben oltre le proprie aspettative e che ha saputo sorprendere un po’ tutti, compresi i più scettici. La compagine dell’Agro ha iniziato questa travagliata stagione tra problemi finanziari e di bilancio che lasciavano presagire poco di buono ed invece, grazie ad una campagna acquisti oculata e una gestione tecnica precisa e pignola dell’esordiente coach Giulio Griccioli (il più giovane della categoria), il team all’ombra del Vesuvio è riuscito ad arrivare lontano e a conquistare meritatamente prima l’accesso ai play-off e poi il quarto posto finale in classifica, frutto di 19 vittorie e sole 11 sconfitte, di cui una sola tra le mura amiche del PalaMangano.


Anche se la qualificazione alla post season è arrivata con largo anticipo, il quarto posto è stato conquistato solo venerdì scorso, quando, sul parquet della struttura di Viale della Gloria, i gialloblù si sono imposti in volata 74-72 sul Tezenis Verona dell’ex allenatore Franco Marcelletti, condannandolo alla retrocessione in serie A dilettanti. E pensare che se la differenza punti negli scontri diretti con l’Immobiliare Spiga Rimini fosse stata a favore dei campani, avendo terminato la regular season con gli stessi punti, la Sunrise avrebbe conquistato addirittura il terzo posto. Ma quanta fatica ha impiegato la formazione cara al presidente Catello Piedepalumbo per riuscire a piegare la resistenza degli indomiti scaligeri, protagonisti della classica partita della vita, da dentro o fuori, nella quale, nonostante l’impegno profuso, non sono riusciti a spuntarla, arrendendosi alla sconfitta e alla conseguente retrocessione. I padroni di casa, dal canto loro, avevano l’obiettivo di arrivare quanto più in alto è possibile e non hanno concesso nulla all’avversario.

«Sono contento e soddisfatto della prestazione della squadra – ha dichiarato l’allenatore Giulio Griccioli – perché ha fatto quello che avevamo programmato, e considero davvero eccezionale il cammino stagionale. Alla fine del girone di andata eravamo quinti e tutti si aspettavano che saremmo calati e magari finiti sesti o settimi, invece ci siamo migliorati. Dispiace per Verona, ma lo sport è così, essere quarti ci fa essere fiduciosi, in vista dei play-off».

La Sunrise Scafati incontrerà nel primo turno play-off la formazione più temibile tra le prime della classe, quel Sigma Barcellona che fa davvero paura e che sulla carta potrebbe riuscire anche a ribaltare il fattore campo in favore dei gialloblù e passare il turno, vincendo tre dei cinque incontri in programma. Toccherà al PalaMangano fare la differenza, interpretando il suolo di sesto uomo in campo. «Barcellona di sicuro sarà un avversario duro – ha concluso il tecnico Griccioli – ma il fattore PalaMangano dovrà aiutarci e di sicuro anche noi siamo una squadra difficile per tutti».

La serie inizierà giovedì 12 maggio, alle ore 20:45, e proseguirà sabato 14 maggio, sempre alle ore 20:45, con la disputa di gara-due. La società ha reso noto che a partire da martedì 10 maggio, dalle ore 16:00, presso gli uffici del PalaMangano, sono disponibili i biglietti in prevendita per i primi due turni quarti di finale play off che si disputeranno al PalaMangano. La prevendita terminerà giovedì 12 maggio, alle ore 12:00, e seguirà i seguenti orari: mattina 09:00 – 12:00, pomeriggio 15:00 – 19:00. La Sunrise Scafati Basket per agevolare i suoi tifosi e tutti gli appassionati di basket ha previsto un mini-abbonamento a prezzo agevolato valido per gara-uno e gara-due. Gli abbonati alla stagione regolare, acquistando i biglietti play-off, inoltre, avranno diritto, previa esibizione dell’abbonamento agli ingressi dei settori, a conservare il posto assegnato in abbonamento.

Antonio Pollioso

 

Lascia una risposta