“Made in Sud”: lì dove nascono i nuovi comici partenopei

643

La nuova comicità partenopea è ormai noto, da qualche anno viene proposta da Made in Sud programma giunto alla sua quarta edizione in onda da marzo ogni martedi alle 21 in esclusiva su canale Sky – Comedy Central. Il popolare programma condotto da Gigi e Ross, coppia comica già conosciuta grazie alle loro parodie di Tiziano Ferro, Le Iene e Zero Assoluto, e da Fatima, giovane showgirl bersaglio delle loro battute caustiche, porta in tv le nuove leve della comicità napoletana e non solo. Interamente realizzato all’interno del Teatro Tam di Napoli, il locale cult della tradizione comica partenopea che grazie al suo direttore Nando Mormone in più di 15 anni di vita ha formato un’intera generazione di comici, da Alessandro Siani a Paolo Caiazzo da Simone Schettino fino agli stessi Gigi e Ross, nati artisticamente proprio in questo locale comico campano. Da segnalare nel numeroso cast il trio comico più giovane d’Italia rappresentato da Gennaro Scarpato, Oreste e Mirko Ciccariello in arte I Malincomici, rispettivamente 17,16 e 14 anni, che dopo l’esordio nella terza edizione del programma con grande consenso della critica e del pubblico, presentano quest’anno una divertentissima e comicissima parodia del mago più famoso del mondo. I tre nei panni di Harry Potter, Ron, ed Erminio (fratello di Ermione) sparano battute a raffiche e sono sicuramente una delle novità più gradite di questa edizione. Altre novità, lo streap cabaret del DuoxDuo,  l’Avatar di Pasquale Palma, il Lupain di Mariano Bruno,  o le Sexy and Sud parodia di Sexy and City, Ivan e Cristiano nei panni di due provinanti di X Factor, il timido Mino Abacuccio accompagnato dal suo pupazzo Tittì, la terapia di gruppo per uscire dal tunnel di face book degli Arteteca.  Non è una novità invece il divertimento assicurato dai monologhi di Ciro Giustiniani e Alessandro Bolide, la demenzialità di Lello Musella, le canzoni del cantautore Gino Fastidio, così come Gennaro MacLeod, l’Highlander interpretato da Gianni Marino. Inoltre, non poteva mancare il professore, Enzo Fischetti, che con il suo Terronometro  – aiuterà tutti i telespettatori a tradurre le battute incomprensibili in napoletano con il suo solito cinismo. Insomma per chi ama il cabaret e in particolare la comicità del sud e non solo, c’è ne per tutti i gusti. E allora buon Made in Sud a tutti e buon divertimento soprattutto.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta