Ercolano: al Mav…”la giustizia è uguale per tutti”

207

Il movimento di legalità “Libera” fa sentire anche ad Ercolano la propria voce con la manifestazione organizzata al MAV ( museo archeologico virtuale) “La giustizia è uguale per tutti”. Tra i relatori il sindaco di Ercolano Vincenzo Strazzullo, l’Assessore alla Legalità Nando Pirone, il Presidente dell’ANCI nazionale Nino Daniele, il Procuratore presso il Tribunale di Torre Annunziata Raffaele Marino e il referente Regionale di “Libera” don Tonino Palmese. “Intendiamo più che mai far sentire alla comunità ercolanese – ha commentato il sindaco Strazzullo- la presenza delle Istituzioni e l’impegno sinergico, nel rispetto dei ruoli e delle competenze specifiche,  mosso da rappresentanti dello Stato, amministratori, giudici e forze dell’ordine,  contro il malaffare e la prevaricazione violenta. Per ottenere risultati concreti in tempi utili è necessario formare civilmente e professionalmente le nuove generazioni, ovvero il ardine sociale sul quale far ruotare un humus indigeno all’altezza della tradizione millenaria di Ercolano.  Dal Palazzo di Città ci adopereremo a che ogni onesto contribuente ercolanese possa contare su un governo locale che oggi ho l’onore di presiedere in qualità di primo cittadino. Le problematiche da affrontare sono tante come delicatissime sono le motivazioni a monte di alcuni disservizi che speriamo di poter presto arginare in paese : grazie all’ausilio delle Istituzioni Centrali e all’opera meticolosa ed instancabile delle Forze di Polizia oggi Ercolano vive un periodo di grande serenità  che certamente non nuoce alla produttività e alla credibilità di un’area vesuviana tristemente nota in passato per vicende legate ad episodi malavitosi”. Non si risparmia il noto camice bianco nel declamare il valore e le potenzialità appena scalfite di un paese che anela al grande balzo verso l’Europa perseguendo una globalizzazione che , nell’accezione positiva del termine, consenta alla città di esprimere al meglio risorse ad oggi ancora sopite “nel cassetto”. “ Costruire insieme per un domani migliore – ha concluso il sindaco – per un modus vivendi di cui possano andare fieri i nostri figli . Occorre ritrovare  orgoglio civile ed amore per una terra vulcanica che ci ha visto crescere ad operare sempre nel rispetto delle Leggi e dell’Ordine Costituito. Non retoriche sterili ma concrete testimonianze di presenza attiva nelle questioni cittadine : questo offriremo ad un bacino d’utenza chiamato alla massima collaborazione con l’Amministrazione Comunale che attraverso l’Assise Locale e la Giunta deve mostrarsi sempre all’altezza delle sacro sante aspettative di chi democraticamente ci ha posto alla guida di Ercolano”.

Alfonso Maria Liguori

Share
Condividi
PrecedenteNapoli, intervista a Salvatore Pace e Vittorio Vasquez, nuove personallità dell’amministrazione comunale
SuccessivoErcolano, movimento Legalità Libera:”La giustizia è uguale per tutti”
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.

Lascia una risposta