Volla: il Mercatino dell’Antiquariato e dell’Usato ancora non decolla

736

Ancora scontro tra maggioranza e opposizione per quanto riguarda il mercatino dell’antiquariato e dell’usato partito, piuttosto zoppicante, in via Gramsci a Volla anche a causa della copiosa pioggia che, in occasione del primo appuntamento, qualche settimana fa, non è stata benevola con organizzatori e espositori. Nuove polemiche nascono sulla gestione delle domande di richiesta per gli stand, mentre continua a non convincere la scelta della scelta della strada per lo svolgimento del mercatino, dopo i vari disaccordi e le proposte (ritenute poco idonee) presentate dall’oppo-sizione, che intendeva spostare il mercatino dalla zona già fortemente trafficata di Via Gramsci ad una più periferica del paese.«Noi non siamo contro le proposte della maggioranza, vogliamo solo che queste vengano attuate nel migliore dei modi. Conosco la realtà di Via Gramsci e chi abita in quella zona non è favorevole ad impiantare un mercatino lì – afferma il consigliere del centrosinistra Angelo Guadagno – Questa iniziativa potrebbe servire per il miglioramento di zone più periferiche del paese piuttosto che andare ad intasare una zona già fortemente trafficata. Per quanto riguarda la gestione delle domande di richiesta degli stand ci sono cose poco chiare di cui abbiamo chiesto risposta al Sindaco». Non resta quindi che aspettare, ancora una volta, risposte dal Sindaco Ricci, consapevoli che l’affidamento della gestione degli stand ad una associazione è previsto dal bando del mercatino accettato da tutto il Consiglio Comunale.Non pochi, tra i pochi che domenica 5 giugno hanno fatto una visita lampo al primo appuntamento col mercatino non sono rimasti proprio entusiasti. Qualcun altro ha parlato di mercatino delle pulci più che dell’antiquariato e di espositori di articoli da merceria. Da parte nostra possiamo solo dire che i Caschi Bianchi vollesi erano presenti ed eventualmente avrebbero sicuramente sanzionato eventuali irregolarità. In ogni caso chiunque, maggioranza, opposizione o semplice cittadino abbia visto delle irregolarità un arma semplicissima è a sua disposizione: denunciare.Ancora lontana sembra comunque la risoluzione di una diatriba che va avanti ormai da anni e che priva i cittadini di un’ottima iniziativa commerciale e sociale che potrebbe far parte della realtà di Volla.  Una diatriba anche interna alla maggioranza sulla quale vanno ad innestarsi gli appunti delle opposizioni.Intanto, è notizia degli ultimi giorni, è partita una petizione perorata dai cittadini di via Gramsci e dintorni per allontanare da quell’area le prossime edizioni del mercatino.

Michele Romano

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta