Pizza Pazza in Piazza: Con i pizzaioli vollesi ha vinto anche la solidarietà

603

Questa mattina, nella sede dell’Associazione Pizzaioli Vollesi si sono rivisti tutti gli attori della manifestazione Pizza Pazza in Piazza che tanto successo ha riscosso nei primi giorni di luglio. Occasione di incontro il consuntivo di quella che è stata la terza edizione dell’evento legato alla pizza. Targhe premio per i tanti che si sono prodigati per l’ottima riuscita della kermesse vollese, in prima fila le pizzerie che sono state la vera anima della festa.

Una targa per tutti, ma qualcosa di molto più concreto per la solidarietà. È stata proprio questa l’occasione anche per consegnare il ricavato, come annunciato durante le serate di festa, alle tre parrocchie della cittadina vesuviana. Duemila cento euro, settecento a parrocchia, per aiutare le incessanti attività di solidarietà che esse, oggi più che mai, svolgono per le famiglie più bisognose. A ritirare la cifra, già divisa in tre buste, il parroco della parrocchia di San Michele, patrono di Volla, don Federico Saporito. Sarà proprio don Federico a recapitare la spettante quota alla parrocchia dell’Immacolata di Taverna Noce e a quella di Santa Maria delle Grazie i cui parroci, don Vittorio Sannino e don Antonio Smimmo sono stati impossibilitati ad essere presenti.

Una targa da parte degli organizzatori, con in testa l’attore Tommaso Scarpato ed il consigliere comunale Ciro Palumbo, anche per il primo cittadino vollese Salvatore Ricci che dopo essersi prestato molto volentieri per premiare i tanti imprenditori impegnatisi per la festa della pizza, ha ritirato il proprio riconoscimento proprio dalle mani del consigliere Palumbo.

«Un successo – ha affermato Ricci – che di anno in anno si riconferma nella qualità, nelle scelte artistiche e nella crescita. Una crescita che non ha però snaturato il sapore familiare della nostra festa alla regina della tavola napoletana.

Per il prossimo anno ci saranno sicuramente ancora nuovi successi che mi vedranno in ogni caso al fianco dell’Associazione Pizzaioli Vollesi, qualsiasi sia l’esito della tornata elettorale per le comunali che si svolgerà appena prima della festa 2012. La pizza vollese, come ama sempre dire il presidente dell’associazione Tommaso Scarpato, non ha colori politici, ma solo quelli del tricolore con il basilico, la mozzarella e il pomodoro».

Infine, l’organizzazione ha tenuto a ringraziare in particolare la Protezione Civile che come sempre è stata in prima fila affinchè tutto si svolgesse per il meglio. E un ringraziamento anche all’associazione di commercianti AICAST rappresentata a Volla da Gennaro Russo il quale nel ritirare la targa di ringraziamento riservatagli dall’organizzazione ha annunciato i prossimi progetti ai quali l’associazione che rappresenta sta lavorando, in sinergia con l’assessorato alle Politiche Sociali dell’assessore Esposito, le parrocchie, l’Associazione dei Pizzaioli e non solo, per il recupero e l’avviamento al lavoro dei minori a rischio e disagiati.

Gennaro Cirillo

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta