Portici, commercio, riprendono le attività delle associazioni dei commercianti

204

Portici. Riprendono le attività delle associazioni impegnate sul territorio della città della Reggia. Martedì 6 settembre, si sono infatti riuniti gli esponenti delle associazioni impegnate nel rilancio dell’economia e delle attività imprenditoriali della città, per discutere delle azioni da intraprendere per incentivare lo sviluppo economico e delle realtà commerciali porticesi. Gli esponenti delle associazioni Borgo Antico, Aicast, Confesercenti, Fenelca, Unimpresa, Ascom e Ascomat si sono riunite nella sede del circolo Magnacca di via Libertà per riprendere le attività interrotte prima delle vacanze estive. “Il nostro obiettivo – commenta Antonio Lippolis, presidente dell’associazione Borgo Antico – è quello di unire le forze delle associazioni cittadine per dare un importante contributo, insieme all’amministrazione comunale di Portici, allo sviluppo commerciale del territorio. Riprendiamo dopo la pausa estiva il cammino intrapreso per migliorare le condizioni lavorative dei commercianti porticesi per garantire la continuità alle centinaia di piccole aziende che fanno di Portici un’eccellenza nel settore commerciale”. Già nello scorso anno alcune associazioni hanno collaborato unendo le forze e mettendo in campo iniziative per lo sviluppo del territorio. Prima dell’estate, infatti, i presidenti delle associazioni Borgo Antico, Aicast e Ascom inviarono una nota al primo cittadino Vincenzo Cuomo, nella quale chiedevano lo spostamento del mercatino biologico, che viene proposto alla cittadinanza ogni terza domenica del mese in viale Leonardo Da Vinci, lungo la zona mare. La richiesta aveva come obiettivo il rilancio della zona mare, dato che l’amministrazione comunale da tempo punta alla riqualificazione del porto del Granatello. Un’altra iniziativa messa in campo dalle associazioni e da Alfredo Alvieri, è stata la raccolta firme per il ripristino della linea 255, ovvero il filobus che univa Torre del Greco con Napoli, effettuando un ottimale servizio ai pendolari che raggiungevano Portici con i mezzi pubblici.
Veronica Mosca

Lascia una risposta