Domenica prossima via al “Palio storico della Città di Angri”

189

Si svolgerà domenica 18 settembre, alle ore 20.30, presso il Castello Doria, la prima di una serie di rappresentazioni volte a ricostruire il glorioso passato feudale della città di Angri. Titolo della manifestazione è “Palio storico della Città di Angri”, arrivato alla ventunesima edizione ed organizzato dalla Compagnia dei Cavalieri di San Giuda Taddeo. “Giovanni Zurlo, Conte e Signore Feudale dell’Oppido d’Angri, di fede Angioina, si schierò contro la sua Regina, che non avendo eredi, aveva dichiarato suo successore al trono Alfonso D’Aragona, rinnegando il legittimo erede al trono, Luigi III D’Angiò, grazie al quale gli Zurlo avevano avuto Titoli e Feudi. La regina per punirlo gli scagliò contro uno dei più potenti capitani di ventura di quei tempi, Andrea dei Fortebracci, da Montone che nel settembre del 1421 assediò Angri e dopo strenua difesa del popolo che si era schierato a favore di Giovannello Zurlo, la conquistò, bruciando e devastando l’intero abitato”: è questo il brano storico da cui prendono il via le vicende narrate nella rappresentazione che si svolgerà domenica. Presenti centinaia di attori-volontari in costume appartenenti ai sette borghi cittadini, che daranno vita ai due eserciti contrapposti, ricreando le vicende dell’importante battaglia, e dando la possibilità ai concittadini angresi di conoscere il passato feudale della propria città. Alla rappresentazione della battaglia, seguiranno altri eventi: il 24 Settembre alle ore 20.00, vi sarà una serata di gala, con la scelta della Regina del Palio; il giorno successivo, alle ore 11.00 la “Disfida degli arcieri di Borgo”; sempre Domenica 25, alle ore 17.00 , presso lo stadio comunale “P. Novi”, vi sarà la presentazione dei Borghi e la benedizione dei Gonfaldoni; in serata, la conclusone della serie di eventi: alle ore 19.00 vi sarà la sfida della Giostra, gioco medievale in cui due cavalieri a cavallo si scontrano, cercando di disarcionarsi, decretando la vittoria di uno dei sette Borghi partecipanti.

Mariano Malafronte

Lascia una risposta