Taranta Festival al Maschio Angioino. Eugenio Bennato per Napoli Città Viva

430

All’ interno delle iniziative di Napoli Città Viva promosse dall’ Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, martedì 13 e mercoledì 14 settembre alle ore 21.00 il cortile del Maschio Angioino ha accolto nel suo splendido scenario l’ orchestra e il coro del Teatro San Carlo con la direzione artistica di  Eugenio Bennato. Una prima assoluta la suite per orchestre e voci popolari diretta da Julian Kovatchev e dal maestro del coro Salvatore Caputo che hanno accompagnato voci soliste come Pietra Montecorvino, Mohammed  Ezzaime El Alaoui, Eugenio Bennato ed Antonio Piccinino che ancora oggi, all’ età di novantasei anni, canta in giro per il mondo la sua ninna nanna del Gargano, tradizionale di Carpino(FG).

In una seconda parte il musicista e cantautore Eugenio Bennato con “Balla la Nuova Italia”, scritta per i centocinquant’ anni dell’ Unità. Questa sua ultima canzone  dedicata ad una generazione che ha deciso di fare una scelta diversa, di chi si riprende la propria musica allontanandosi dalla subcultura televisiva, di quell’ Italia “… che balla in direzione ostinata e contraria”.

Così questa danza popolare che ha invaso la “corte” del Maschio Angioino voluta dal Sindaco De Magistris e dall’ Assessore alla Cultura e al Turismo Di Nocera per far riscoprire ai cittadini napoletani non solo la loro città ma anche la loro cultura e musica. Questo uno dei tanti eventi promossi per dare energia alla cultura senza distinzioni tra centro e periferia, utilizzando luoghi e spazi pubblici della città e con la collaborazione di grandi artisti napoletani come Eugenio Bennato che portano la musica del nostro sud in tutto il mondo.

Paola Romano

Lascia una risposta