Il project financing che avrebbe stravolto il Parco Pubblico di Pomigliano non si farà

152

Dopo mesi di intenso impegno dei cittadini, si è svolto il 28 settembre scorso l’incontro tra una delegazione del Comitato per il Parco Pubblico di Pomigliano e l’Amministrazione comunale, rappresentata dal vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, dott. Caprioli, e dal tecnico comunale competente per il Parco, arch. Esposito.

L’incontro è stato l’occasione per discutere del Piano di riqualificazione (consultabile sul sito http://parcopubblico.wordpress.com) presentato dai cittadini a fine luglio in alternativa a quello dell’Amministrazione comunale, per preservare il carattere naturalistico e di Bene pubblico del Parco.

L’assessore ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto dal Comitato e ha dichiarato accantonato il project financing da 20 milioni di euro promosso dall’Amministrazione, per la mancata erogazione dei fondi Jessica. E’ un primo importante risultato per il Comitato di cittadini, che tanto si era opposto al progetto sull’area verde che prevedeva la realizzazione di un parcheggio multipiano e centri servizi gestiti dai privati.

Riguardo all’urgenza di intervenire per riportare il Parco a condizioni minime di fruibilità e di sicurezza, che il Comitato aveva evidenziato nel Piano alternativo, il vicesindaco ha manifestato l’intenzione di stanziare 200.000 euro per risolvere i problemi di agibilità e le criticità più imminenti.

Si è discusso anche del recente bando pubblico per la struttura centrale, da adibire ad attività di ristorazione. Bando e destinazione d’uso su cui il Comitato aveva già espresso le sue perplessità attraverso i propri canali web, sottolineando il mancato coinvolgimento della cittadinanza e ribadendo la necessità di un attento controllo nel caso di assegnazione in fitto delle strutture ai privati, per contrastarne le inadempienze e gli abusi.

L’assessore a nome dell’Amministrazione ha espresso, quale segno di apertura al contributo della cittadinanza, la volontà di avviare un tavolo di confronto sul Parco col Comitato ed altri interlocutori interessati, di convocare un Consiglio comunale monotematico sul verde e sui parchi e di dare vita a un “Laboratorio partecipato sul verde urbano”.

“Siamo molto soddisfatti di questo incontro – fanno sapere dal Comitato – Ora si tratta di vedere in che modo si potrà dare attuazione all’impegno dell’Amministrazione di coinvolgere i cittadini nelle scelte che riguardano il futuro del Parco. Noi abbiamo dichiarato la nostra disponibilità ad offrire il nostro contributo e le nostre competenze”.

Si apre dunque una nuova fase di confronto e collaborazione tra l’Amministrazione di Pomigliano e i suoi cittadini, anche se le visioni sul Parco per ora rimangono diverse. In particolare l’assessore ha sottolineato la volontà di trovare al “problema Parco” soluzioni a costo zero per le casse comunali. Dal canto suo il Comitato, pur prevedendo soluzioni che favoriscano la sostenibilità economica del Parco, considera preciso dovere dell’Amministrazione farsi carico degli oneri e dei costi di gestione di un’area di così alta valenza sociale.

Al termine dell’incontro il Comitato ha invitato l’Amministrazione a prendere parte all’evento pubblico previsto per novembre, in cui si illustrerà a tutta la cittadinanza e alle realtà associative del territorio il Piano alternativo, frutto di un percorso di partecipazione. Tale evento concluderà il percorso compiuto in questi mesi dal Comitato e avvierà una nuova fase di impegno civico che riguarderà il futuro della città e dei Beni pubblici.

Lascia una risposta