Ctl Campania, il patron De Micco: “Non vogliamo continuare ad essere una vittima sacrificale”

190

Strascichi di Martina Franca-Campania, parla il presidente napoletano Giovanni De Micco: “Premetto che siamo stati trattati benissimo dalla società Martina Franca, ma ciò che mi ha colpito, però, è stato l’atteggiamento di alcuni calciatori pugliesi che sono venuti anche sotto la nostra panchina a minacciarci. Questo non è un atteggiamento che fa onore a un club storico ed a una dirigenza che ho potuto constatare essere di caratura assoluta. Anche noi del Campania – aggiunge il patron – ci dobbiamo abituare a questo tipo di situazioni: nelle ultime due partite abbiamo pagato lo scotto di non rappresentare una società ed una realtà di primo livello. Così come avvenuto contro l’Internapoli, dove un arbitraggio scadente ha favorito la nostra debacle, anche a Martina siamo stati la vittima sacrificale: il direttore di gara ci ha negato due rigori e non ha usato lo stesso metro di giudizio nella gestione delle ammonizioni e delle espulsioni, poco aiutato dai due assistenti, per di più entrambi pugliesi. Il rammarico per domenica scorsa è ancora più grande se pensiamo che ha abbiamo giocato un tempo in dieci, ma in 90’ il Martina Franca ha segnato sull’unico tiro in porta effettuato, grazie anche all’infortunio clamoroso del nostro portiere”. Il ko del ‘Tursi’, però, non cambia gli obiettivi stagionali, né scalfisce la determinazione del gruppo di ‘guerrieri’: “Il Campania va avanti per la sua strada – sottolinea il presidente – noi non dobbiamo vincere il campionato, ma non vogliamo nemmeno continuare ad essere la vittima sacrificale, né pagare le frustrazioni dei nostri avversari (nello specifico Internapoli e Martina) che nella settimana prima dell’incontro col Campania si sono lamentate per l’arbitraggio della partita precedente. Ritengo che la mia squadra a Martina abbia fatto la migliore prestazione stagionale: loro sono attrezzati per fare un torneo di vertice, con obiettivi diametralmente opposti ai nostri. Eppure gli abbiamo concesso poco: sono contento della prova dei ragazzi e sono sicuro che con lo spirito dimostrato a Martina i risultati potranno ritornare già a partire dal prossimo match”.

Lascia una risposta