Monti Lattari: protocollo d’intesa per turismo enogastronomico

239

Un protocollo d’intesa tra sei Comuni per lo sviluppo del turismo enogastronomico dell’area stabiese – amalfitana. Lo hanno siglato ieri mattina le amministrazioni di Gragnano, Agerola e Pimonte (sul versante napoletano) insieme a Furore, Conca dei Marini e Amalfi (provincia di Salerno). Si tratta dei comuni attraversati dalla strada provinciale 366, che hanno deciso di dar vita a un’alleanza istituzionale con l’obiettivo di valorizzare il territorio. Il patto è stato ufficializzato durante una manifestazione pubblica, svoltasi nel parco della Colonia montana della frazione San Lazzaro di Agerola. All’incontro hanno preso parte i sindaci e alcuni amministratori dei sei comuni. “Il protocollo d’intesa – si legge nel documento – nasce con l’obiettivo di avviare un rapporto di collaborazione tra gli enti per sviluppare azioni sinergiche finalizzate al potenziamento e alla valorizzazione dei prodotti enogastronomici, che hanno interesse strategico per i rispettivi territori”. A fine giornata è stato dato anche un nome al progetto, che nei prossimi giorni sarà presentato alla Regione: si chiamerà “La strada del gusto dei monti naviganti”. “Puntiamo a realizzare un nuovo sistema turistico locale – afferma Tommaso Naclerio, assessore al turismo della giunta agerolese -, che si contraddistinguerà per l’eccellenza dei prodotti tipici. Non a caso – prosegue – in questo territorio ci sono diverse denominazioni di origine controllata: dai Doc dei vini Costa d’Amalfi e penisola sorrentina al Dop sul provolone del monaco, per finire con l’Igt per il limone amalfitano e per la pasta di Gragnano”. Ieri mattina sono state illustrate anche le linee guida del progetto, che prevede la creazione di tavoli di degustazione in punti ad alta affluenza turistica, la nascita di una “Casa del gusto” in ogni comune e l’avvio di corsi di formazione per gli operatori e per gli addetti. La prima occasione per consolidare l’alleanza istituzionale si presenterà già a fine ottobre, quando a Pimonte si terrà la festa della castagna. “Abbiamo già invitato i rappresentanti degli enti limitrofi – afferma Raffaele Gargiulo, vicesindaco della giunta pimontese -, per dare ancora più lustro a questa kermesse ormai conosciuta in tutta la regione. Sono tuttavia convinto che la sottoscrizione di questo protocollo permetterà di affermarci a livello internazionale, come territorio della cultura e del turismo. Infatti, la realizzazione della “Via del gusto dei monti naviganti” ci consentirà di valorizzare anche le risorse naturalistiche, paesaggistiche, storico-archeologiche e turistiche esistenti, permettendo, nel contempo, un aumento del tasso di occupazione nei servizi e nel settore alberghiero”. Ieri sera intanto la “piccola svizzera napoletana” ha ospitato anche il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca. Il politico del Pd ha partecipato al convegno “Buona amministrazione, buona politica”, organizzato dal movimento Nuovamente Agerola, ed è stato intervistato dal giornalista salernitano Giuseppe Iannicelli.

Francesco Fusco

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta