Raccolta degli imballaggi, la Confesercenti di Angri ottiene alcune importanti modifiche

149

“Ringrazio l’amministrazione comunale e il direttore Aes Domenico Novi per aver accolto in tempi rapidi le richieste dei nostri colleghi commercianti – dichiara il presidente Confesercenti Aldo Severino – un problema serio che creava non pochi disagi anche ai cittadini”. Le modifiche richieste dalla Confesercenti di Angri ed accolte dall’azienda Angri Eco Servizi riguardano i giorni  e gli orari di raccolta che saranno il martedi e venerdi mattina ed il sabato pomeriggio. “Abbiamo tenuto conto dei periodi della settimana in cui è più facile che vi sia maggiore quantità di imballaggi, i giorni scelti consentono ai commercianti che solitamente usano il lunedi mattina e il giovedi pomeriggio per fare acquisti dai loro grossisti, di sbarazzarsi in tempi rapidi degli imballaggi senza occupare cosi spazi preziosi per le loro merci  ed evitare anche occupazione di suolo pubblico – continua Severino – Ci viene cosi facilitato anche il compito gravoso di dover custodire gli imballaggi fino al giorno di raccolta, che solitamente creava non poche preoccupazioni considerati la possibile azione vandalica con danni anche alle strutture commerciali”. Previsto ora un censimento dei numeri civici che sarà realizzato dalla Confesercenti, sentite le esigenze degli operatori, in cui saranno collocati gli imballaggi per consentire una più facile raccolta degli operatori Aes. La Confesercenti ribadisce in tal modo anche la vicinanza operativa alle esigenze dei commercianti cittadini ed ha intrapreso un intenso programma di iniziative che saranno presto realizzate. E’,infatti, imminente l’apertura dello Sportello Impresa della Camera di Commercio mentre sono in itinere l’avvio di corsi professionali. “Lo avevamo promesso e siamo certi di aver intrapreso un nuovo modo di offrire servizi ed innovazione alle piccole e medie imprese – dichiara Aldo Severino – la sinergia con gli operatori e l’avvio della manutenzione straordinaria di marciapiedi ed illuminazione sta consentendo di intraprendere un nuovo corso per i commercianti, se certo il momento economico è difficile, pensiamo anche con altre iniziative di unificazione di servizi e con la realizzazione dei gruppi di acquisto di invertire la rotta , riportando la nostra cittadina a baricentro commerciale del comprensorio”.

Lascia una risposta