Sant’Antonio Abate: aumenti Rc Auto, petizione popolare dell’Idv al Parlamento Europeo

206

Rincari per la RC Auto, il partito abatese dell’Italia dei Valori promuove una petizione popolare contro gli aumenti assicurativi al Parlamento Europeo. Dopo i numerosi scandali registratosi fino ad oggi riferiti a polizze assicurative false o a fermi di molte persone alla guida di auto e moto senza copertura assicurativa, il capogruppo cittadino dell’IDV Donatella Donadio lancia l’iniziativa che potrebbe favorire in futuro tutti quei cittadini abatesi e non, costretti a pagare esosi premi per avere una RC Auto. Uno, purtroppo, dei principali motivi per il quale molti cittadini imprudentemente scelgono di non sottoscrivere una polizza assicurativa, rivolgersi addirittura illegalmente al mercato del falso. La petizione popolare al Parlamento Europeo promossa dal comitato civico “Mo’ Bast” contro il caro assicurazioni, in accordo con Federconsumatori Campania, viene sostenuta dall’IDV abatese con lo scopo di fermare gli aumenti spropositati discriminatori nel settore RC Auto in Campania. “Si tratta di una petizione popolare a Parlamento Europeo – tiene a spiegare Donatella Donadio – per l’eliminazione della discriminazione tariffaria applicate dalle compagnie assicurative italiane ad auto e moto, nei confronti dei cittadini residenti nella provincia di Napoli, nonché nella regione Campania. L’obbiettivo ambizioso ma raggiungibile della raccolta firme, vista l’interesse comune nei confronti del’iniziativa, è di raccoglier 10.000 firme portare al Parlamento Europeo. Alla protesta, oltre ai comuni cittadini,  sono uniti anche i commercianti ed i fornitori di servizi nel campo automobilistico come concessionari auto e moto, uffici pratiche, ecc., anch’essi chiaramente penalizzati in materia diretta da questa politica discriminatoria”. Nel promuovere l’importante iniziativa in favore di tutti i cittadini abatesi, il capogruppo cittadino dell’IDV tiene a spiegare l’importanza del “firmare” la petizione popolare messa in campo: “Anche in questa occasione siamo chiamati a mobilitarci insieme per firmare con il proprio nome e cognome la petizione popolare e dire come la pensiamo sull’annosa problematica degli aumenti assicurativi della RC Auto in Campania. A mio avviso – conclude la Donadio – è doveroso dare un segnale forte al mercato assicurativo italiano, che se da un lato discrimina il Sud Italia, dall’altro non si comporta bene nemmeno al Nord, perché cos potremmo chiedere e ottenere giustizia e riuscire a pagare non dico una tariffa conveniente, ma quantomeno equa per una copertura che è obbligatoria per legge. Se dobbiamo metterci in gareggiata con altri comuni italiani e favorire lo sviluppo ed il benessere di ogni singolo cittadino, dobbiamo dare l’opportunità agli stessi cittadini di usufruire di condizioni sociali più eque e giuste”.

Vincenzo Vertolomo 

Share

Lascia una risposta