A Paestum la XIV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo

317

Dal 17 al 20 novembre, all’ombra dei templi dorici di Paestum si svolgerà la XIV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. Per rappresentare la Turchia ospite ufficiale della fiera sono state scelte le gigantesche teste di pietra che adornano il Tempio del re Antioco in cima al monte Nemrut. Il patrimonio archeologico della Turchia sarà illustrato venerdì 18 novembre, alla presenza del ministro della cultura e del turismo, Ertuğrul Günay dai direttori delle missioni archeologiche italiane.

Il salone, unico al mondo del patrimonio archeologico e prima mostra internazionale di tecnologie virtuali, evento ideato e diretto da Ugo Picarelli della Leader, si propone di favorire la commercializzazione di prodotti turistici specifici e l’approfondimento di temi inerenti la tutela, il godimento, la valorizzazione dei beni culturali e l’integrazione tra le diverse culture.

Nei quattro giorni di incontri, conferenze, tavole rotonde, laboratori, visite guidate per gli ospiti ai siti archeologici della provincia e della regione e assegnazione dei premi Paestum. Negli stand espositivi del Grand Hotel Ariston, workshop, tra domanda ed offerta con 80 buyers esteri selezionati dall’Enit, provenienti da 12 Paesi: Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera.

Il patrimonio archeologico d’Italia è il più vasto, variegato e diffuso del mondo. La Campania vanta ben cinque siti riconosciuti dall’Unesco, tra questi Paestum. L’idea di istituire, nel 1998 una Borsa del Turismo nella cittadina, in provincia di Salerno, dove fino al V secolo a.C. si svolgeva un florido emporio commerciale, è risultata vincente. In questi ultimi anni l’incontro tra le varie culture del Mediterraneo è cresciuto in modo esponenziale. Gli operatori turistici, provenienti da tutto il mondo, presenti con i loro stand negli spazi espositivi dell’Ariston, hanno chiuso affari da capogiro e ben volentieri ritornano in una manifestazione unica nel suo genere.

La Borsa è promossa dalla Provincia di Salerno, patronato del presidente della Repubblica, sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del ministero degli Affari Esteri, dell’Iccrom, dell’Organizzazione Mondiale del Turismo e dell’Unesco, in collaborazione con l’Enit e con il patrocinio del Consiglio d’Europa, del Ministro del Turismo.

Previsti, ArcheoFilm; ArcheoIncontri; Archeolavoro; ArcheoVirtual; conferenze, laboratori di Arcgeologia sperimentale; premio Antonella Fiammenghi, Premio Paestum Archeologia. Agli eventi prenderanno parte, noti personaggi televisivi: Alberto Angela, sabato 19 novembre ore 16 e alle ore 18 Alessandro Cecchi Paone; domenica 20, alle ore 10 Valerio Massimo Manfredi.

Al V Incontro delle Testate Archeologiche Internazionali “Tutela del patrimonio e turismo culturale in tempo di crisi” in collaborazione con Iccrom ed Archeo, interverranno il direttore generale dell’Iccrom Mounir Bouchenaki, i direttori delle testate archeologiche italiane ed estere, i ministri della cultura di Albania, Georgia, Iraq, Tunisia, il ministro del turismo della Cambogia.

Share

Lascia una risposta