Cesarano Basket Scafati vince a Sala Consilina e procede nel suo cammino

246

Continua il suo cammino la Cesarano Basket Scafati che batte a domicilio la Pallacanestro Trinità in quel di Sala Consilina raggiungendo la seconda vittoria su altrettante gare. La compagine di coach Luigi Iovino, dopo la vittoria interna con Irno(85-59), fa visita ad un’ostica Pallacanestro Trinità che aveva ceduto solo nel finale alla Sammaritana Basket, nel match d’esordio di campionato. Gli scafatesi si presentavano a Sala con qualche assenza: non erano del match il lungo Ambruoso, Festa e Di Martino, tutti febbricitanti. Da segnalare il ritorno, seppur ancora per pochi minuti, del pivot Vincenzo Severino, infortunatosi in pre-campionato e quasi recuperato. La squadra cara al presidente Luigi Cesarano inizia subito forte con Giorgio, vera e propria spina nel fianco per la difesa ospite. Il numero 10 ospite, infatti, non trova molte difficoltà a superare la difesa pressante e aggressiva messa su dal bravo coach Durante. Per i locali, sotto le plance c’è un presente Campaiola che da filo da torcere ai lunghi scafatesi. Scafati continua però con il piede sull’acceleratore e con Giorgio, ben coadiuvato da Albanese(anche lui febbricitante, ma teneva ad essere della gara)inizia a scavare il solco tra le due compagini.

A fine prima frazione di gioco, Scafati è già a +10. Rientrati in campo, la musica non cambia. Aramu risponde presente alla chiamata di coach Iovino e anche lui si inserisce nel festival del canestro scafatese. Puglia e Aumenta per Sala Consilina cercano di ricucire lo strappo ma Malafronte e Izzo non ci stanno, coadiuvati da un buon Pagano I.

A fine seconda frazione di gioco il tabellone luminoso segna 27-47. Scafati entra negli spogliatoi, consapevole di esser partita nel migliore dei modi e determinata a confermare quanto di buono fatto nei primi venti minuti. Sala Consilina ha una reazione d’orgoglio e con ancora una difesa press tutto campo riesce a racimolare qualche lunghezza di svantaggio. Giorgio è lucido nell’amministrazione e in penetrazione riesce a trovare spesso la luce del canestro.

Al30’è ancora + 17 Scafati. Sala prova a dare il tutto per tutto e riesce a scendere anche a 10 lunghezze di svantaggio prima della reazione di Scafati che con Izzo e Aramu chiude la pratica sul 59-76 finale. I gialloblu’ tornano a casa con i due punti e mettono insieme la seconda vittoria in campionato. Per Trinità rimane, però, la consapevolezza di essere un’ottima squadra che può dare veramente tanto filo da torcere a tutti in questo campionato.

Ora prossimo impegno per gli scafatesi, Sabato alle 19.30. Le porte del Pala Mangano saranno aperte all’Uisp di Nocera.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta