Ercolano: l’italian style stavolta parte da qui

203

“Creare laboratori di alta moda che promuovano il valore dei giovani talenti vesuviani” : questo il messaggio lanciato ad Ercolano  dallo stilista campano Pasquale Sannino per favorire l’ingresso  delle nuove leve nel sempre più spietato e cinico mondo del lavoro. “Durante le sfilate all’estero – ha precisato Sannino – ho avuto modo di comparare lo “ stile   made in Vesuvio”   con il jet set della moda mondiale e devo dire che il confronto non ha mai visto soccombere il nostro prodotto. Si parla tanto di sicurezza , di sviluppo economico dell’hinterland vesuviano : per ottenere concretamente risultati soddisfacenti in tale direzione occorre immediatamente investire nella formazione professionali dei giovanissimi in loco invogliando imprenditori e manager ad investire all’ombra del vulcano più famoso d’Europa. Credo ciecamente nell’estro creativo dei talenti ercolanesi.  Siamo pronti a stipulare un protocollo d’intesa con i comuni del Parco Nazionale del Vesuvio perché proprio da questa oasi naturale unica al mondo possa essere lanciato un messaggio di speranza per le giovani esistenze che hanno con coraggio scelto di vivere ed investire nella zona”. Personaggio noto e stimato a livello internazionale Sannino ha riscosso notevoli consensi nel mondo politico ercolanese. “Progetto da discutere nei tempi opportuni nell’assise locale- ha commentato il capo gruppo del Pd Luigi Fiengo – degno dell’attenzione che deve avere qualsivoglia proposta che abbia come unico fine l’inserimento dei nostri giovani nel mondo del lavoro. E’ questo un sicuro segnale di amore per i luoghi e di attaccamento ad una terra che già i Latini comprendevano nel cosiddetto perimetro della Campania Felix”. “Il mondo accademico partenopeo – ha conclusola Prof.EmmaBuondonno, docente di progettazione urbana e urbanistica presso l’Ateneo Federico II di Napoli ed ex assessore al comune di Ercolano – non può che applaudire ad iniziative che prevarichino la negatività insita nello stallo operativo in cui il  Paese si trova a causa dell’incalzante recessione. E’ tempo che i nostri giovani si confrontino con i coetanei di un’Europa non più irraggiungibile : sono certa che verrà offerto il massimo sostegno allo stilista Sannino e mi auguro quanto prima di poter assistere al “varo” dei tanto attesi laboratori da Ercolano  lungo l’intero perimetro vesuviano”. Finalmente qualcosa si muove e in positivo: auguriamoci che nel rispetto dei ruoli e delle competenze specifiche ogni forza in campo non venga meno ai propri oneri nel momento della realizzazione “concreta” di un ‘iniziativa destinata ad avere grande risonanza nel mondo imprenditoriale nazionale. Della serie: l’italian style parte  questa volta da Ercolano.

Alfonso Maria Liguori

Share
Condividi
PrecedenteSospesa Scampia/Sporting Nola: tutto da rifare!
SuccessivoTutto pronto per il prossimo convegno dell’Udc di Ercolano
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.

Lascia una risposta