Azzurro Napoli: iconografia di una passione

200

Giovedì 17 novembre alle ore 16,30, a Napoli, nella Sala della Loggia del Maschio Angioino, ci sarà la presentazione del libro iconografico di Davide Morgera “Azzurro Napoli – immagini inedite di una passione infinita” (Edizioni Cento Autori, Collana Saggistica, Pp. 112, Euro 20,00).

L’evento è inserito nell’ambito della “Giornata di mobilitazione straordinaria contro il razzismo e tutte le forme di discriminazione”, organizzata dal Comune di Napoli e Società Calcio Napoli, e

promossa da Associazione Libera Italiana (ALI); Fondazione Valenzi; Edizioni Cento Autori; Comunità Ebraica di Napoli e Direzione Scolastica Regionale della Campania.

Al dibattito, moderato dal giornalista Massimiliano Amato, prenderanno parte:

  • Claudio Botti, avvocato penalista e Maradonologo, promotore del “Te Diegum”

  • Oscar Nicolaus, Docente di psicologia della famiglia, Università Suor Orsola Benincasa

  • Vittorio Dini, Direttore del Dipartimento di sociologia e scienze della politica, Università di Salerno

  • Giuseppina Tommasielli, assessore allo Sport del Comune di Napoli

  • Carlo Iuliano, ex addetto stampa del Napoli

 

 

L’OPERA

Il Napoli dalle origini agli anni Novanta, attraverso una galleria di oltre 160 immagini inedite, ricercate con cura e dovizia, precise nei dettagli e nella cronologia, non era mai stato fatto. Una squadra di calcio con le sue icone, i suoi istanti di felicità, gli attimi di gioia sportiva, i drammi umani legati ai periodi bui, l’autenticità di espressioni e mimiche facciali, il gesto sportivo, i momenti che hanno segnato la storia passata e recente di una maglia azzurra come il cielo, gli idoli, i simboli, le meteore, i buoni giocatori ma anche quelli meno bravi. Dagli anni Venti di Sallustro al periodo bellico giocato su campi di fortuna, dalla faticosa ripresa allo stadio “Collana” del Vomero. Da Jeppson a Vinicio, da Bugatti a Sivori, Altafini, Canè, Juliano, Clerici e Maradona.

 

 

 

L’AUTORE

Davide Morgera è docente di lingua inglese nelle scuole superiori, giornalista, traduttore e storico del calcio Napoli. Si interessa da sempre di fumetti, cultura e tradizioni locali ed è un collezionista accanito di cimeli storici e soprattutto materiale fotografico. Con “Volevo essere Sergio Clerici” è stato finalista del XXXVIII Concorso Letterario del CONI e tra i tre libri di argomento sportivo più letti del 2003 secondo Sky. Ha pubblicato anche “Eroi di un calcio minore” nel 2005, “Festa di compleanno” nel 2006 e “Come tutti i granelli di sabbia” nel 2008. Questo è il suo primo libro interamente dedicato alla fotografia.

Share

Lascia una risposta