Regioni – Upi – Anci: dalla Bmta proposta tavolo congiunto per il rilancio dei settori Cultura e Turismo

0
141

Per la prima volta si è riunito, nell’ambito della giornata inaugurale della BMTA di Paestum,  il Coordinamento degli Assessori regionali e provinciali alla Cultura e Turismo con il coinvolgimento dell’Anci, che ha chiesto la nascita di un tavolo congiunto per il rilancio del settore Cultura e Turismo. “Il Coordinamento di oggi- ha dichiarato  il Coordinatore nazionale Turismo della Conferenza delle Regioni Mauro Di Dalmazio- ha messo in evidenza che per uno sviluppo del turismo culturale è necessario agire uniti eliminando pregiudizi che finora hanno condizionato il settore. Gli assessori regionali al turismo ritengono, dunque, indispensabile avviare con il  Governo un confronto istituzionale in grado di pensare ad un modello di sviluppo”. Al termine della riunione alla quale hanno portato il saluto istituzionale  della Provincia di Salerno l’assessore Antonio Iannone, il consigliere politico del presidente Cirielli, Adriano Bellacosa ed il delegato per i siti Unesco Claudio Pisapia, è stato approvato un documento congiunto ed una piattaforma che evidenzia tutte le tappe del lavoro da avviare. L’on. Nicola Bono, Responsabile Cultura e Turismo delle Province italiane, ha espresso “soddisfazione per l’intesa raggiunta con le Regioni e l’Anci, e sottolineato “l’importanza strategica della costituzione di una cabina di regia nazionale per la riforma delle governance del Turismo e della Cultura, settori chiave per il rilancio economico del sistema Italia”.  Mario Caligiuri, Coordinatore nazionale Cultura della Conferenza delle Regioni, ha proposto “la Cultura come modello di sviluppo economico nazionale e l’idea di aprire le aree archeologiche alle attività di ricerca delle Università  di tutto il mondo”. Alla riunione ha partecipato, tra gli altri, il Sindaco Mario Andrenacci, Coordinatore Commissione Turismo dell’Anci, che ha ribadito  “il pieno sostegno dell’Anci all’iniziativa” e  sottolineato “il ruolo chiave dei Comuni in questi settori”.

Lascia una risposta