Mazzarri: “Paghiamo lo stress di troppi impegni, pensavamo di aver già chiuso la partita”

148

Ecco quanto evidenziato da IlGazzettinoVesuviano: “Oggi il bicchiere lo vedo mezzo vuoto. Abbiamo fatto un primo tempo spettacolare, nella ripresa paghiamo i troppi impegni, soprattutto nel reparto difensivo. Quando c’è un cumulo di partite si paga. Siamo rientrati in campo con le forze che sono cambiate. Siamo calati e si è visto. Sul 3-1 pensavo di averla vinta, anche se vedevo che eravamo in difficoltà dal punto di vista fisico. Le grandissime squadre congelano la palla quando vincono, noi sul 3-1 dovevamo far quello, anche se la Juventus non ci concedeva questo tipo di atteggiamento. Poi ci si mette anche il fato, perché sul gol del pareggio c’è stato un uno-due fortuito con un nostro calciatore di Pepe. Quando perdi lucidità fai degli errori di stanchezza, subentra la paura di vincere. Nella ripresa eravamo alle corde, nel primo tempo invece pressavamo di più e avevamo messo in grossa difficoltà la Juventus. In genere noi nella ripresa acceleriamo, ma le forze ci sono mancate.
Prestazione di Pandev? E’ un calciatore di altissima categoria, doveva solo ritrovare la forma. Quest’anno ci va tutto storto dal punto di vista della fortuna, l’avevo già recuperato con l’Inter poi s’infortunò di nuovo. L’ho fatto giocare anche domenica scorsa per farlo riprendere al meglio.
Inler? Di tanto in tanto ci vuole qualcuno che congeli la partita. Noi andiamo sempre a mille ma non si può. Lui non era al top, sono stato tentato due-tre volte di toglierlo poi vedevo che recuperava e lo lasciavo in campo.
Nove punti dalla Juventus? Non ci pensiamo, continueremo a vedere noi stessi per cercare di arrivare il più in alto possibile così come fatto lo scorso anno”.

Cosimo Silva

Share

Lascia una risposta