Sant’Anastasia: Telethon tra P.o.e.s.i.a. e tango

147
Passa tra P.o.e.s.i.a e tango TeleThon, con Sindaco, assessori, consiglieri comunali e dirigenti a lanciare il messaggio dando l’esempio: l’acquisto di moltissime sciarpe, indossate in una foto di gruppo sul palco del Metropolitan, gremito di gente accorsa al convegno-spettacolo “La Salute in Ballo”,  omaggio al tango argentino come strumento per prendere contatto con il proprio corpo e assumersene la responsabilità in un mondo in cui diventa sempre più certezza la connessione tra inquinamento ambientale e gravi malattie. L’idea è del Presidente del Consiglio, Lello Abete, coadiuvato dalla consigliera comunale Giustina Maione: aderire alla campagna TeleThon donando un contribuito personale mediante l’acquisto delle sciarpe, quest’anno prodotte in colore verde. “Un piccolo contributo di ciascuno può sostenere la ricerca scientifica, per combattere e vincere la distrofia muscolare e le altre malattie genetiche. Abbiamo scelto di essere noi per primi, come Ente, a contribuire. In questi casi le parole non servono, serve dare l’esempio e, spero, che il messaggio ai poeti, alla sala del Metropolitan e al paese sia passato. Ringrazio Giuseppe Vetromile – dice Lello Abete – perché ha subito condiviso l’idea di legare a TeleThon l’evento letterario che ha organizzato, in quanto la poesia è un veicolo adatto a parlare di valori alla gente”.
Ed infatti sugli inviti dell’evento letterario “Verso quale P.O.E.S.I.A.” è stato stampato il logo di TeleThon, per fare in modo che poeti e pubblico facessero un percorso nella poesia attuale, con uno sguardo ad un mondo che aspira all’unità ma è ancora diviso da interessi materiali ed economici, che hanno generato la crisi moderna di valori e Stati.
“Il sentimento della condivisione da sempre contraddistingue la nostra comunità, per questo ho inteso – aggiunge Lello Abete – aderire alla campagna per implementare la raccolta fondi di TeleThon, in sinergia con altri Enti per gratificare l’intera comunità. Ringrazio il sindaco, gli assessori, i consiglieri, i dipendenti del comune, i Cavalieri dell’Ordine Sacro del S. Sepolcro e il Preside della sezione Napoli-SanFelice, dott. Marciano per la presenza. L’amore per chi combatte la malattia e il disagio, l’amore per i più deboli, per chi si affanna ad assicurare il minimo necessario alla propria famiglia nella difficoltà quotidiana, è e resta il momento principale del mio e nostro impegno politico e amministrativo. La nostra Nazione ha potenzialità indiscutibilmente riconosciute, che le logiche dei signori del mercato e della finanza non possono oscurare per sostenere meschini interessi e i cosiddetti poteri forti di banche e multinazionali. Dobbiamo attrezzarci per sconfiggere le logiche di chi persegue gli interessi di pochi a danni dei molti, praticando, in questo particolare periodo natalizio, la temperanza, la giustizia e la solidarietà, prendendo esempio dal bambinello che si è fatto povero affinché noi fossimo ricchi per mezzo della sua povertà”.
Share

Lascia una risposta