Ercolano supera la Virtus

163

Abbuffata prima della festa per gli uomini di mister Ciro Mottola. Un rotondo 0-3 con il quale l’Ercolano non lascia neanche le briciole ai locali (d’altronde era ardua l’impresa per i padroni di casa,vista la penultima posizione occupata, contro la seconda da parte dei granata). Non fa nulla dunque che tra i commensali manchino il portiere Della Corte, sostituito egregiamente da Manzella, e l’avanti Chiricolo, perché ormai la tavola è imbandita e gli ercolanesi non fanno complimenti. Pronti via, allora, e la Virtus Casollese deve mandare subito giù il primo boccone amaro: è Nasti, che torna al gol dopo ben dieci gare, ad affondare il primo colpo nel brodo della difesa di casa. Attorno al ventesimo minuto, poi i salernitani si vestono da Babbo Natale ed omaggiano la squadra ospite della rete che di fatti chiude la partita; non certo il banchetto. Anche se va detto che l’Ercolano si mostra un po’ troppo sciupona e spreca in più di un’occasione degli ottimi palloni. Si deve pertanto aspettare la seconda frazione di gioco per la rete che chiude a doppia mandata il risultato: Nasti fa il bis dopo soli tre giri di lancette e manda i locali a prendere un tè caldo, mentre i compagni sono lì che già stappano champagne. Non si offenderanno gli zampognari se ai tifosi granata piace solo questo tipo di musica.
MICHELE DI MATTEO

Share

Lascia una risposta