Mazzarri: “Altra impresa dei miei ragazzi. Inler? Soffre i fischi del S.Paolo”

148

Walter Mazzarri ha parlato al termine di Napoli – Inter di Coppa Italia. Ecco quanto evidenziato dal Il Gazzettino Vesuviano

“Fa piacere di aver fatto una grande gara con un bel primo tempo contro una squadra in forma come l’Inter. Loro venivano da ben otto vittorie consecutive, questa la dice lunga dell’impresa che abbiamo fatto questa sera. Rivedendo la gara di Siena, devo fare i complimenti a Sannino che è un signore ed un grande allenatore. Rispetto all’anno scorso magari ci gira un pò male negli episodi chiave, ma sono contento del gioco espresso dalla squadra. Purtroppo la pressione della piazza non da tranquillità ai ragazzi che poi subiscono gol al primo errore e poi le gar diventano in salita. Oggi eravamo timorosi perchè temevano lo stesso film, ossia costruire sette palle gol e poi subire gol alla prima. Tre tenori? Ho rivalutato Pandev, tutti devono capire che per arrivare al livello delle grandi qualche volta capiterà a qualcuno di stare fuori. La convivenza di tanti campioni non deve essere un problema se si vuole crescere davvero. Hamsik in mediana? Devo trovare il giusto equilibrio, per fare ciò c’è bisogno anche che tutti gli offensivi siano al top della condzione. Inler? Anche lui accusa la pressione di Napoli, rispetto ad Udine qui se sbagli un passaggio ti beccano subito. Per questo motivo ho detto ai tifosi di sostenerci durante la gara perchè molti ragazzi possono risentire del mugugno per un errore di misura in un passaggio o altro. Gokhan oggi ha fatto una fase passiva ottima, per me è stato perfetto perchè si è messo a disposizione della squadra. Abbiamo perso dei punti per strada perchè il campo non era ottimale perchè noi siamo una squadra che fa pochi tocchi e deve giocare in velocità. In tal senso lancio un appello affinchè si faccia qualcosa per il terreno del S.Paolo perchè così non si può andare avanti. Giocare con il Siena abbiamo tutto da perdere perchè ha messo in difficoltà tutte le grandi”.

Cosimo Silva

Lascia una risposta