Presentato all’Hotel Meridiana di Lettere il nuovo SUAP, sportello unico per le attività produttive

204

Presentato nel salone dei congressi dell’Hotel Meridiana di Lettere, il nuovo SUAP,  sportello unico per le attività produttive. Al convegno, organizzato congiuntamente dalle amministrazioni comunali di Sant’Antonio Abate e Lettere in collaborazione con FormezItalia, hanno preso parte oltre ai sindaci di Sant’Antonio Abate, Antonio Varone e di Lettere, Antonio Pentangelo, anche l’ingegner Carlo Apponi, consulente del Ministero delle Attività Produttive, la dottoressa Giuseppina Russo, consulente FormezItalia e l’avvocato Maria Buono in rappresentanza della Regione Campania. Snellire la burocrazia e soprattutto accelerare le procedure per lo sviluppo delle imprese sono i due obiettivi principali verso i quali, nell’ultimo biennio, il legislatore, con lo sportello unico, spinto dalla crisi economica e dalla necessità di adeguamento al sistema ordinamentale dell’Unione Europea,  ha indirizzato la propria azione politica e legislativa, allo scopo di migliorare e potenziare il “sistema impresa” . E questo è soprattutto quanto sottolineato dagli esperti nei loro interventi, tesi a spiegare al folto pubblico di professionisti ed amministratori le funzioni semplificative del nuovo strumento a disposizione delle imprese, degli enti locali e di quanti impegnati a creare sviluppo. In particolare Giuseppina Russo ha chiarito come il SUAP sia l’unico punto di accesso, l’unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua attività produttiva, mentre Carlo Apponi ha sottolineato come lo sportello unico assicuri al richiedente, attraverso il portale telematico, una risposta unica e tempestiva in luogo degli altri uffici pubblici comunque coinvolti nel procedimento. Da parte sua l’avvocato Maria Buono ha tenuto a precisare come le competenze della Regione siano limitate alla disponibilità di ogni struttura necessaria ad agevolare le funzioni del SUAP. Il sindaco abatese Antonio Varone, nell’apprezzare le caratteristiche del nuovo strumento di sviluppo, ha affermato come le Amministrazioni Comunali di Lettere e Sant’Antonio Abate, in risposta agli adempimenti istituzionali hanno voluto riservare le necessarie risorse strumentali ed umane  per offrire all’utenza-impresa un prezioso servizio in grado di rappresentare l’unico punto di contatto e di riferimento per l’imprenditore. “E’ motivo d’orgoglio  – ha concluso  Varone – per le nostre Amministrazioni Comunali, quello di non aver  delegato il servizio Suap e la relativa funzione amministrativa alla Camera di Commercio proprio perché si intende favorire al massimo lo sviluppo economico del territorio”. E l’importanza strategica delle azioni sinergiche è l’elemento chiave anche per il primo cittadino di Lettere Antonio Pentangelo che ha sottolineato nel suo intervento introduttivo gli antichi legami storici e territoriali dei due comuni, uniti fino al 1929.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta