I “Formattatori” contro il commissariamento del PdL campano

124

I Formattatori contro il commissariamento del Pdl campano. Con un comunicato pubblicato sul sito ufficiale dei Formattatori (www.formattiamoilpdl.com) i promotori dell’iniziativa “Formattiamo il PDL”, Ulderico De Laurentiis, Nello Donnarumma e Pasquale Fiorillo, rivolgono un invito ad Angelino Alfano ad aprire un dialogo con i dirigenti campani del partito per “formattare” il Pdl e non commissariarlo. In occasione della visita a Napoli del segretario nazionale del Popolo della Libertà, prevista per il 30 gennaio, quando sarà presentato il suo libro “La mafia uccide d’estate”, i giovani ideatori dell’originale iniziativa hanno inteso rivolgergli un accorato invito per un confronto, il cui obiettivo è quello di scongiurare il commissariamento del partito in Campania, a seguito delle dimissioni del coordinatore regionale Nicola Cosentino. “In qualità di promotori dell’iniziativa denominata “Formattiamo il PDL”, – si legge nella nota apparsa sul sito – auspichiamo che il vuoto lasciato al vertice locale del partito dall’onorevole Nicola Cosentino, dimessosi in seguito alle vicende giudiziarie che lo hanno visto coinvolto, possa essere al più presto colmato mediante una soluzione che tenga presente i trionfi conseguiti dal Pdl negli ultimi anni in tutte le competizioni elettorali sostenute, come testimonianza della bontà del lavoro svolto dall’attuale classe dirigente, dalla quale riteniamo debba essere nominato il nuovo coordinatore regionale”. “Un partito regionale, che per giunta detiene il record per presenze di parlamentari, non può e non deve subire la mortificazione di un commissario esterno”, sostengono i Formattatori che quindi chiedono ufficialmente al segretario nazionale Angelino Alfano di avviare un dialogo con la classe dirigente campana e in particolare con gli under 40 iscritti al partito per aprire un dibattito volto ad un effettivo rinnovamento che parta dalla base, da quella classe giovanile che, attraverso proposte, iniziative ed azioni concrete, si sta già proponendo per garantire al Popolo della Libertà un futuro sempre più luminoso. “Formattare non vuol dire rottamare, significa sancire dei principi offrire delle idee sulle quali poggiare il nostro percorso, non certamente pensionare chi svolge in maniera egregia il suo lavoro. Proviamo a fare, nel miglior modo possibile, un backup di questa classe dirigente dimostratasi negli anni vincente”, sostengono i Formattatori che ribadiscono “La guida va scelta all’interno della dirigenza campana, in modo da favorire anche un efficace ricambio generazionale. Si facciano i congressi perché soltanto attraverso questi si potrà dare un seguito all’idea di formattazione che ad inizio dicembre abbiamo lanciato come lo strumento al quale fare ricorso per garantire un reale rinnovamento”.

Lascia una risposta