Nola, il Presepe Vivente nella frazione di Polvica unisce l’intera comunità!

314

I nuovi membri dell’associazione “Helder Camara” hanno dimostrato di meritare in pieno la fiducia dei cittadini di Polvica.  In collaborazione con le associazioni “Giovani per Polvica”, “La nota musicale” “Asc Polvica”, “Bici Polvica” e con il patrocinio dei comuni di Nola e di San Felice a Cancello, hanno organizzato il “Presepe Vivente” nella piazzetta “Campania”. L’evento ha riscosso enorme successo riuscendo a soddisfare le esigenze di bambini, adulti ed anziani. Il tutto è stato studiato nei minimi dettagli, a partire dalla scelta dello sfondo all’allestimento delle capanne, dagli utensili agli abiti. Potendo contare sull’appoggio di alcune mamme e sulla collaborazione degli alunni dell’istituto medio statale “Bruno-Fiore”, sono riusciti a ‘ricreare’ la magia della notte del 25 dicembre e lasciare un messaggio di Pace, Amore e Fraternità. “Helder camara” ha puntato con ottima intuizione sull’arte dell’arrangiarsi, chiedendo ai partecipanti di fornire lenzuola in disuso, tovaglie logorate, sacchi e abiti démodé … per tentare di riprodurre scene e mestieri dell’epoca di Cristo. Tutti si sono attivati per la ricerca del materiale e addirittura alcune mamme – Imma Esposito, Mary De Stefano, Giovanna Tardi, Teresa Mascolo e Clementina Guarnaschella – hanno preso parte attivamente alla manifestazione, e, ‘travestitesi’ da massaie, offrivano ai passanti/visitatori pane caldo con pomodorini e caldarroste squisite. L’odore del pane appena sfornato, il profumo delle castagne ed il sorriso di queste mamme così ‘speciali’, ha contribuito a rendere ancora più magica l’atmosfera del  “Presepe Vivente”. I ragazzi delle medie, presi dall’entusiasmo, si sono calati in pieno nei ruoli loro assegnati. Le ‘donne’ dell’osteria esortavano i visitatori a fermarsi per un pezzo di formaggio e un bicchiere di buon vino; le danzatrici divertivano non solo Erode, la Matrona ed i Soldati , ma anche coloro che si fermavano ad ammirare la corte sfarzosa; le Lavandaie erano alle prese con il bucato e c’era persino chi vendeva gioielli e prediceva il futuro! Altrettanto spettacolare è stato l’allestimento della grotta. Non solo il bue e l’asinello, ma addirittura la scelta di porre tra le braccia della Madonna un Bambino: il piccolo Domenico Balsamo, autentico protagonista della serata. I passanti si ‘innamoravano’ di lui e del suo dolce sguardo. Accanto alla Sacra Famiglia oltre ai vivacissimi apportatori di allegria, i ‘Piccoli Angeli’, erano posizionati  i Re Magi. In virtù di ciò piazzetta Campania è divenuta un quadro emozionante e pregno d’amore! Atmosfera resa ancora più incandescente dall’esibizione di Angelica De Lucia che ha cantato “Quanno nascette ninno”, “Astro del cielo”, “Tu scendi dalle stelle”, incantando gli astanti. I più piccoli erano attratti e divertiti dalle pecorelle che brucavano l’erba. L’iniziativa del comitato festa ha riscosso molto successo, di pubblico e di critica, e d’ora in poi dovrà impegnarsi ancora di più per non deludere le aspettative di coloro che hanno avuto fiducia nel loro operato.


 

IL COMMENTO DEI PROTAGONISTI E DEGLI INTERVENUTI

Enzo De Lucia

Vicesindaco Assessore ai LL. PP. Ed Edilizia Scolastica – Delegato per Polvica

“L’ottima riuscita della realizzazione del presepe vivente ha dimostrato che il Natale è la festa della Pace, della Fratellanza,  del ritrovarsi in nome dei sentimenti più schietti e sinceri … e non solo quello dei doni materiali ai quali si fa una rincorsa sfrenata nel periodo natalizio. Che in queste occasioni emergono  Valori quali la Famiglia, l’Amicizia e la Solidarietà, e forse solo in queste circostanze ci rendiamo conto che sono alla base per vivere una serena e dignitosa esistenza umana. Si può essere infelici possedendo tanto e felici anche con poco. Il 07 gennaio abbiamo dimostrato di essere una comunità felice, unita, – che ha fatto dell’elemento aggregazione il  proprio comun denominatore  –  con quelle poche cose semplici che ci hanno consentito di ricrearci la realtà fantastica di migliaia di anni fa sia per quanto riguarda l’aspetto Sacro che quello profano. Che dire poi delle associazioni che hanno consentito la realizzazione di questo splendido avvenimento? Che non finiscono mai di stupirmi!  Correndo il rischio di diventare monotono ripeto ancora una volta che, da cittadino e da amministratore di Polvica,  sono orgoglioso che nel nostro paese vi sia una vitalità culturale ed anche artistica che faccia decollare il nostro paese in modo così eccellente. E questo grazie al costante lavoro ed impegno dei rappresentanti del “Comitato Festa”, dei ‘Giovani per Polvica’ e dei tanti ‘artisti’ che si cimentano in queste maratone di divertimento per tutti! Vi assicuro che è una gioia ed una soddisfazione enorme avere accanto dei team così attivi e volenterosi che si impegnano tanto per il paese in cui viviamo. E per questo, ripeto, mi troveranno sempre al loro fianco per tutte le iniziative che vorranno intraprendere nel futuro a favore della comunità di Polvica”.

Vincenzo Esposito

Presidente Protezione Civile e associazione organizzatrice “Helder Camara”

“Il lavoro sinergico e costante delle varie associazioni ha prodotto risultati ottimali che i cittadini hanno molto apprezzato. Siamo riusciti a realizzare il ‘Presepe’ grazie al fattivo contributo dell’associazione Giovani per Polvica e di artisti locali che si sono impegnati in modo eccezionale. Sono ragazzi in gamba che si prodigano, a titolo gratuito, per il paese e hanno tutta la nostra stima e fiducia. Il nostro obiettivo è stato dimostrare che il lavoro di squadra porta ad esiti eccellenti e che stare insieme e divertirsi è la cosa più bella che c’è. Ringrazio principalmente l’amico vicesindaco Enzo De Lucia,  valido supporto morale ed economico che ha messo a nostra disposizione la sala consiliare della Circoscrizione di Polvica e si è fatto carico delle spese di alcuni abiti di scena – Madonna e Re magi. Quando prima cercheremo di riorganizzarci per i prossimi eventi e ci auguriamo che ci sia ancora la collaborazione dei cittadini di Polvica, affinché l’aria gelida possa essere ancora una volta riscaldata dall’amore di uomini impegnati nel sociale, uniti per la pace e fiduciosi verso il futuro”. 

Si Ringraziano inoltre

Mary De Stefano, Giovanna Tardi e Imma Esposito, che all’unisono hanno dichiarato: “E’ stato bello partecipare e se si dovesse organizzare un altro evento come questo, saremmo liete di aderire”; Il DJ Mauro De Rosa e l’artista Angelica De Lucia; la Protezione Civile che ha assicurato un idoneo servizio d’ordine; Le ditte locali – Parrella Andrea,  Iuliano Aniello, Esposito Aniello e figli, Grieco Salvatore, Esposito Mario e Dragone Carmine – che hanno costruito le 10 capanne; Enzo Cioffi che ha offerto un grazioso pozzo e un’ancora di polistirolo;  Il sindaco Emilio Nuzzo ed il consigliere comunale, imprenditore Raffaele Cantone, co-patrocinatori dell’iniziativa;  Le mamme di Polvica che si sono impegnate magistralmente per la realizzazione dell’evento; Coloro che hanno prestato gli arnesi del fabbro e falegname; Felice De Lucia che ha interpretato insieme ad alcuni ragazzi il ruolo dello “spaccalegna e falegname”; Nicola Piccolo che ha messo a nostra disposizione il forno e ci ha procurato il bue. Un grazie particolare va a tutti i membri delle altre associazioni, in special modo ai “Giovani per Polvica” e ovviamente a tutti i membri del “Comitato Festa”che si sono prodigati con tutte le loro forze per la riuscita del magico evento”.

Quella dei ringraziamenti è una lista lunga, ma dimostra come i portacolori della “Helder camara” sia riuscita a coinvolgere non solo le varie associazioni, ma tutto il paese.

 

Lascia una risposta