Santa Maria la Carità: ampliata la videosorveglianza

319

Sicurezza Pubblica, viene ampliata la videosorveglianza sul territorio comunale con quattro nuove telecamere. Sarà la società S.E.T.I. (Società Elettrica Telecomunicazioni Informatica) di Scafati ad essere incaricata dall’ente comunale di Piazza Borrelli per integrare e rafforzare l’attuale sistema di videosorveglianza. Dopo le indicazioni fornite dal comandante dei vigili urbani, il dottore Francesco Elefante, parte il progetto che porterà all’inserimento di ulteriori quattro telecamere ad alta definizione, in aggiunta a quelle già esistenti dal 2008, quando furono implementate proprio dalla società scafatese S.E.T.I. Secondo l’accordo raggiunto tra l’ente comunale e la società specializzata nel ramo, l’ampliamento delle quattro nuove telecamere con sistema di trasmissione immagini e registrazione avrà un costo complessivo di 14.520,00 euro più IVA al 21% coperto da fondi provenienti dal bilancio comunale 2011. Oltre al posizionamento dei nuovi “occhi pubblici” la società S.E.T.I. di Scafati, che già si aggiudicò l’incarico per la realizzazione dell’impianto di videosorveglianza attualmente esistente,  provvederà anche alla manutenzione ordinaria e straordinaria e al collegamento del sistema ai terminali di collegamento ai terminali presso la sala video della Polizia Municipale, dei Carabinieri e del Commissariato P.S.. Tali punti di videosorveglianza saranno istallate in quattro punti zonali considerati a “rischio” e per la quale è necessario tenere un maggior controllo: secondo quanto indicato saranno posizionate in prossimità dall’incrocio di Via Bardascini con Madonna delle Grazie, all’incrocio di Via Canneto 1 con Via Carrara, all’incrocio di Via Scafati con Via Fusaro ed infine, all’incrocio tra Via Cappella dei Bisi con Via Pontone. Secondo l‘amministrazione comunale del sindaco Franco Cascone l’aggiunta di quattro nuove telecamere sul territorio sammaritano è considerato un provvedimento necessario dopo gli ultimi gravi eventi delinquenziali, tra cui quello più tragico comprendente l’omicidio durante una rapina in via Ponticelli del giovane veterinario Carlo Cannavacciuolo. Tale evento aveva scosso e visto coinvolto il comune di Santa Maria la Carità con diverse citazioni in cronaca nei canali di informazione locali ed anche di importanza nazionale. In passato anche l’inserimento delle prime telecamere per la videosorveglianza pubblica inserite nel 2008 in Piazza Borrelli, nell’area del parcheggio comunale e all’inizio delle principali strade cittadine, era stata la risposta politica-amministrativa ad altri avvenimenti di cronaca nera verificatosi fino ad allora, principalmente risse, rapine e spaccio di fumo o droghe, oltre ad essere il tentativo di monitorare e controllare i principali spazi pubblici generalmente frequentati dai più giovani o da chi preferiva starci durante le ore notturne. Corre ai ripari l’amministrazione comunale e secondo il sindaco Franco Cascone è necessario tenere alta l’attenzione dopo l’ultimo episodio delittuoso accaduto a S. Maria la Carità: “Sfruttando dei fondi a nostra disposizione, inseriremo altre quattro nuove telecamere sul territorio comunale in aggiunta a quelle esistenti. Grazie alle telecamere già presenti abbiamo avuto in passato importanti risvolti durante le ricerche condotte dagli uomini delle forze dell’ordine. Tale provvedimento ci aiuterà a tenere il nostro territorio maggiormente sotto controllo per il quale sarà necessario tenere sempre alta la guardia per evitare altri spiacevoli episodi”.

Vincenzo Vertolomo

Share

Lascia una risposta