Tonfo a Matera, alla N.P. Stabia non riesce il colpo nello scontro diretto

145

Lontana dai campi di gioco da tre settimane, la Nuova Polisportiva Stabia non riesce a sfruttare la freschezza fisica e, sul parquet della Pielle Matera, è costretta a cedere il passo a una diretta concorrente nella corsa ai playoff. Avvio scoppiettante: le due formazioni si sfidano a viso aperto e danno vita sin dalle prime battute ad un match di rara intensità. Gran parte del quarto dominata dagli ospiti (che vanno avanti +6), ma i locali reagiscono di prepotenza e si portano addirittura avanti al termine della prima frazione, che termina con uno spettacolare 31-26. Ritmi particolarmente elevati anche nel secondo quarto, con una Pielle scatenata e lo Stabia che non riesce a restare in scia: i padroni di casa si affidano al duo Radovic-Centrone per effettuare l’allungo decisivo (53-37), che di fatto taglia le gambe ai campani, troppo molli in fase difensiva e poco lucidi sotto canestro. L’intervallo lungo consente a Monda di bacchettare i suoi, che accusano il  colpo e tornano in campo con un piglio diverso dopo la brutta performance del quarto precedente: il solito Salvatore prova a guidare la riscossa stabiese, coadiuvato da un ottimo Gaudino (nella foto) e dai vari under (su tutti Federico e Romano), che ancora una volta si guadagnano tutta la fiducia di  Monda. Alla terza sirena la Pielle deve consegnare il parziale alla Nuova Polisportiva, ma può ancora gestire dieci lunghezze di vantaggio (63-53). L’attesissimo tour de force finale viene però stroncato da banalissimi errori da parte dei gialloblu, oltre che dal ritorno di fiamma della compagine materana, che effettua il contro break e spedisce a Castellammare tutti i tentativi di  rimonta dello Stabia, che deve arrendersi 81-64. Non si trattava di una gara semplice per la Nuova Polisportiva, ma Monda ne era già consapevole: “Siamo partiti bene, poi abbiamo perso fluidità ed  efficacia offensiva, mentre in difesa il nostro muro si è progressivamente sgretolato. Nel terzo quarto buona reazione: abbiamo provato a riportare la gara sui binari dell’ordine e del ragionamento, ma nell’ultimo abbiamo commesso troppi errori”. Da sottolineare, per l’ennesima volta, il coraggioso utilizzo di molti under: “Stanno dando buone risposte e pian piano si stanno ritagliando sempre più spazio”. Con questa sconfitta li gialloblu cascano al quarto posto, ma deve ancora  disputare i due match rinviati nelle settimane scorse. Gli uomini di Monda sono attesi da un periodo folto di impegni: venerdì 24 febbraio (ore 19:30) ancora a Matera, stavolta sponda Virtus; due giorni dopo (domenica 26, ore 18:30) match casalingo contro Barra; mercoledì 29 (ore 18:30, ancora alla Tendostruttura “Severi”) ultima gara da recuperare, quella contro il Basket Telese.

Pielle Matera – N.P. Stabia 81-64 (31-26; 53-37; 63-53)

MATERA: Acito 7, D’Ercole 7, Zaccaro ne, Larocca 6, Resta G. 6, Vignola 7,

Resta D. 14, Centrone 18, Tralli ne, Decempirale ne, Passarelli, Radovic 16.

Coach. Cotrufo

N.P. STABIA: Federico 2, Olivieri 8, Salvatore 17, Somma 2, Tsetanov,

Campanile 10, Gaudino 14, Petrocelli 2, Marino, Romano 8, Donnarumma. Coach:

Monda

Risultati: Basket Telese Terme – Pro Loco Scafati 52-75, Cala Moresca –

Basket Capua 73-58, Centro Ester Barra – S. Michele Maddaloni 54-81, Pall.

Partenope – Basket Baiano 85-30, Pielle Matera – N.P. Stabia 81-64, Virtus

Matera – Pall. Arzano 80-55.

Classifica: S. Michele Maddaloni 38*; Pro Loco Scafati* e Pielle Matera 26;

Cala Moresca 24*; N.P. Stabia 22**; Partenope e Arzano 20; Capua 18; Telese** e

Virtus Matera 14**; Barra 8; Baiano 0* (* una gara in meno, ** due gare in

meno).

Lascia una risposta