Fioroni in Campania: un’idea per il Sud

225

Doppio appuntamento con Giuseppe Fioroni il prossimo fine settimana in Campania. L’ex ministro ed attuale responsabile per il Welfare del Partito Democratico sarà venerdì 23 marzo a Salerno ed il giorno successivo a Piedimonte Matese (Caserta) per riflettere sulle prospettive del Mezzogiorno in una idea di governo del paese che coniughi crescita economica e solidarietà. Significativo, in tal senso, il titolo scelto per l’iniziativa “Il domani d’Italia visto da Sud”, che fa riferimento alla storica testata diretta dal sacerdote Marchigiano Romolo Murri (Il domani d’Italia) a partire dal 1901 e tornata alle stampe da circa un anno, grazie all’iniziativa di Giuseppe Fioroni, leader della componente popolare del Partito Democratico. Nel corso degli appuntamenti previsti per la prossima settimana in Campania, l’obiettivo sarà puntato sulla costruzione di una prospettiva politica nuova tesa a recuperare un ruolo centrale per il Sud del nostro paese, che può essere la nuova frontiera del progresso economico e, al tempo stesso, per la sua profonda e radicata inclinazione culturale, un laboratorio politico che riproponga la centralità della questione sociale in una idea di sviluppo compatibile con la misura dell’uomo e dei suoi bisogni, così come è sempre stato nella tradizione del cattolicesimo democratico: da Murri a Sturzo, da De Gasperi ad Aldo Moro. L’appuntamento a Salerno, coordinato da Simone Valiante, è previsto per il 23 marzo alle ore 17 presso l’Hotel Mediterranea in via Salvador Allende. Sul palco della manifestazione ci saranno: Lorenzo Cesa (segretario nazionale Udc); Vincenzo De Luca (sindaco di Salerno); Raffaele Fitto (già ministro e presidente Regione Puglia del Pdl); Giuseppe Fioroni (responsabile nazionale Welfare del Pd); Fabrizio Barca (ministro Coesione territoriale) che saranno intervistati da Angelo Di Marino (direttore de “La Città”); Gianni Molinari (caporedattore de “Il Mattino”); Gabriele Bojano (caporedattore del “Corriere del Mezzogiorno”).

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta