San Giorgio a Cremano, Elezioni: Carcatella vs Giorgiano sui trasporti

La campagna elettorale in vista delle amministrative di maggio si infiamma e come, di consueto, piovono accuse tra i candidati. L’ultimo scontro ha come protagonisti il candidato sindaco di Federazione della Sinistra – Naturalista, Renato Carcatella e l’attuale primo cittadino della cittadina vesuviana, Domenico Giorgiano. Stavolta a far discutere è l’invio, nei prossimi giorni, nelle case dei sangiorgesi, del bilancio del primo mandato (2007- 2012) dell’amministrazione comunale di centrosinistra.”E’ intollerabile assistere all’uso del denaro pubblico per fini meramente elettorali – denuncia Carcatella – inviare in tutte le case materiale di promozione dell’amministrazione comunale in questa fase è davvero offensivo per l’intelligenza dei cittadini. E’ un’operazione di facciata di basso profilo che evidenzia come nel corso di questi ultimi anni Giorgiano e la sua maggioranza si siano arroccati nel Palazzo e usino oggi i mezzi pubblici per promuoversi e auto elogiarsi”. Un’ accusa di sperpero del denaro pubblico respinta del tutto dal sindaco Giorgiano.  “Provi, invece di inviare lettere inutili – rincara la dose Carcatella –  ad occuparsi seriamente del problema trasporti ed in particolare della Circumvesuviana prendendo seriamente in considerazione la richiesta fatta dal Forum democratico di organizzare un’iniziativa popolare. E’ giunto il momento – conclude Carcatella – di rilanciare i comitati popolari permanenti, al fine di consentire la partecipazione democratica dei cittadini alle scelte. La nostra proposta, in linea con quanto abbiamo detto e realizzato in questi anni, è di fare chiarezza sulla strategia che è in atto sul trasporto pubblico che tende, come per altri segmenti di carattere sociale, ad ampliare il profitto per i privati e colpire esclusivamente con il disservizio gli utenti”. Proposte non condivise da Giorgiano, che circa un mese e mezzo fa, era intervenuto sulla complessa questione, inviando una lettera al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro e all’assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella. La campagna elettorale si arroventa. La speranza è che l’attenzione si concentri più sulle idee e i programmi dei diversi candidati piuttosto che sugli scontri e i duelli all’ O.K. Corral.

                                                                                                                           Claudio Di Paola

                                                                                                                        

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano