“Ferito a morte” al Teatro Mercadante di Napoli

196

“Ferito a morte”, tratto dal romanzo di Raffaele La Capria (vincitore del Premio Strega nel 1961), è lo spettacolo prossimamente in cartellone al Teatro Mercadante di Napoli per la regia di Claudio Di Palma. Protagonista è l’attore Mariano Rigillo al quale si associa una compagnia di giovani attori, quali Elena Cepollaro, Andrea De Goyzueta, Antonio Marfella, Alfonso Postiglione, ed il lavoro di avvale della partecipazione di Anna Teresa Rossini. Le scene sono di Luigi Ferrigno, i costumi di Annalisa Giacci, le musiche di Paolo Vivaldi. La messinscena è stata presentata  al “Napoli teatro Festival” del 2011 che lo ha prodotto insieme a “Vesuvio Teatro” e “Benevento Città Spettacolo”. Al racconto scenico fa da sfondo il Palazzo Donn’Anna, storico sito di Napoli, in cui  si snoda la vicenda di Tonino che, dice l’autore, avendo trascorso un’adolescensa  spensierata, impiegando il tempo (nella fase importante della vita) in azioni vuote, come una parte della gioventù napoletana, si prepara a vivere un futuro senza prospettive concrete. La Capria, narratore, saggista collaboratore di diversi quotidiani e della RAI,  racconta con tanta partecipazione la problematicità della crisi di una generazione. Lo spettacolo di Claudio Di Palma, che, specie all’inizio, contiene brani da altre opere dello scrittore napoletano , è un storia in cui la voce di Rigillo è in armonia con testo, ambiente e sottofondo musicale: il susseguirsi di sensazioni ed emozioni, convertendosi in melodia, pensiamo, incontri il gusto del pubblico.

Federico Orsini

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta