Pompei: trentenne fermato dalla polizia municipale per atti osceni in luogo pubblico

272

Un fatto increscioso si è verificato a Pompei nel luogo dove maggiore sicurezza e protezione dovrebbero essere garantite a un bambino, ovvero la sua scuola. All’ingresso del Primo Circolo Didattico di Piazza Schettini “Luigi Leone”, infatti, gli agenti della polizia municipale hanno sorpreso un uomo con i pantaloni abbassati. Si tratta di un trentenne di Nocera Inferiore, F.E., che ha già dei precedenti per molestie sessuali su minori ed è stato prontamente denunciato a piede libero per atti osceni in luogo pubblico. Il peggio è stato sventato grazie al rapido intervento delle forze municipali, in particolare del nucleo operativo sociale, coordinate dal colonnello Gaetano Petrocelli che hanno agito nell’ambito dei controlli territoriali volti, nello specifico, alla salvaguardia dell’incolumità dei minori.  Il loro lavoro, del resto, essenziale in una situazione tanto delicata, ha ricevuto apprezzamenti dallo stesso primo cittadino Claudio D’Alessio, che ha rilasciato una dichiarazione entusiastica per l’esito positivo di questa spiacevolissima vicenda. “Tutelare i minori rappresenta un nostro dovere irrinunciabile, sia come padri che come amministratori. Mi congratulo con gli agenti municipali per la tempestività con la quale sono intervenuti per fermare l’individuo che si è reso reo di atti così vili nei confronti di minori”, ha affermato pertanto il sindaco. Non si può, quindi, che tirare un sospiro di sollievo per la conclusione immediata di tale inquietante evento,di cui, l’azione tempestiva della polizia municipale, ha evitato risvolti ben più gravi.

                                                                                                                   Claudia Malafronte

Lascia una risposta