Il comitato Pro-Cimitero di Santa Maria la Carità scrive al Prefetto

225

Cimitero cittadino, il Comitato Pro Cimitero scrive al Prefetto di Napoli Andrea De Martino per sollecitare e chiedere il rilascio della certificazione antimafia. Dopo il cambio di gestione registrato alla guida del comitato civico e resi ufficiali i nuovi incarichi all’interno del gruppo cittadino-promotore del cimitero cittadino di S. Maria la Carità, continuano a concretizzarsi le iniziative del comitato civico. Dopo l’incontro di presentazione tenutosi nei giorni scorsi con il sindaco Franco Cascone, i giovani referenti del comitato Pro-Cimitero hanno confermato la loro linea d’azione tenutasi fino ad oggi: “Teniamo innanzitutto a ringraziare i presidenti uscenti Giuseppe Calabrese ed Annamaria Sanzone per l’intenso e proficuo lavoro svolto negli ultimi undici anni per il comitato Pro-Cimitero, grazie ai quali è rimasta ancora accesa una piccola speranza per la realizzazione del futuro cimitero a S. Maria – hanno tenuto a ribadire i membri del direttivo – e per il quale il comitato Pro-Cimitero ha sempre sensibilizzato e promosso le varie amministrazioni comunali che si sono alternate fino ad oggi. Oggi teniamo a confermare la linea d’azione autonoma e costruttiva avuta fino ad oggi e terremo, secondo le necessità che si presenteranno, un atteggiamento propositivo e collaborativo nei confronti dell’amministrazione comunale presente e quella che si formerà in futuro. Ciascun socio del comitato è consapevole del notevole sforzo che l’attuale amministrazione comunale ha effettuato negli ultimi mesi per modificare una convenzione stipulata nel 2008, che verosimilmente aveva delle rilevanti carenze tecnico-giuridiche da colmare, come risulta anche dalla nuova bozza di convenzione richiesta dall’amministrazione comunale e redatta dal legale Calafiore”. In riferimento alle prossime iniziative che sanno intraprese, i soci del Pro-Cimitero tengono a spiegare: “Il sindaco Franco Cascone ha promesso a più tornate che sarebbero iniziati presto i lavori, portando a conoscenza pubblica lo stato del’opera e delle sue modifiche. Ad oggi appare ancora più doveroso quanto richiesto da noi cittadini, soprattutto in virtù del fatto che abbiamo versato già tempo degli anticipi sul conto dedicato al Comune e che, con sacrificio, siamo riusciti a mettere da parte. Oltre ad avere già ribadito la stessa necessità nell’ultimo incontro avuto nei giorni scorsi con il sindaco Cascone, abbiamo chiesto l’assistenza di un tecnico e di un legale per comprendere dettagliatamente la procedura amministrativa adoperata fino adesso per la realizzazione del cimitero cittadino, oltre a vigilare sulla trasparenza dei prossimi espropri dei terreni che verranno fatti e per le assegnazione dei cespiti cimiteriali.

VinVer

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta