Beppe Grillo scuote San Giorgio a Cremano

390

«Dobbiamo difenderci sia dal fuoco amico rappresentato dalla casta politica, nostro nemico storico ma ancora più preoccupante è che ad essa si aggiungano i mezzi di comunicazione, la feccia alternativa a quella della politica». È stato Beppe Grillo show ieri sera alla Fonderia Righetti di Villa Bruno. Il comico genovese ha fatto tappa nella città di Massimo Troisi per sostenere la lista del Movimento 5 Stelle in vista delle prossime elezioni amministrative di maggio. Circa mille persone sono accorse per assistere alla performance del fondatore del Movimento e, come di consueto, non ha deluso le aspettative. Grillo ha spaziato su tutto a partire dagli ultimi scandali che hanno travolto la Lega Nord:«È possibile che dopo tutto questo casino – si chiede – non sia scattato nemmeno un avviso di garanzia, o quantomeno, siano stati confermati alcuni reati? Casini (leader dell’ Udc n.d.r. ), Azzurro Caltagirone, l’Anthony Perkins delle vecchie mignotte, dice che bisogna essere più sinceri con i cittadini. Da che pulpito vien la predica? – si infervora il comico genovese – dice che vorrebbe una commissione di controllo esterna ai partiti per far luce sui finanziamenti pubblici che vengono erogati loro. E a chi lo dice? Ad Alfano, che rappresenta circa il 60% di indagati, corrotti, condannati tutti operanti nel Pdl. Non c’è bisogno di una raccolta firme per non richiedere i rimborsi elettorali». Grillo propone una sua “ricetta”:«Basterebbe prendere un assegno, scrivere la cifra e ridarli indietro». «Sarei orgoglioso di pagare le tasse – continua – se conoscessi prima la loro destinazione d’uso, dove cioè andrebbero a finire; se a foraggiare i Cip6 per la costruzione di nuovi inceneritori o per la realizzazione di autostrade, ipermercati e altro cemento, a quel punto deciderei di non pagare affatto». «Oggi, possiamo ben dire che senza soldi e coi giornali contro – conclude Grillo – siamo la terza forza politica di questo Paese». Durante la serata i candidati del Movimento 5 Stelle locale hanno illustrato, attraverso l’ausilio di video e foto, le iniziative condotte sul territorio e le proposte per il governo della città.«A differenza delle numerose liste civiche locali – afferma il candidato sindaco Danilo Cascone – il Movimento 5 Stelle non cesserà di esistere l’8 Maggio, giorno successivo alle elezioni. Continueremo a condurre iniziative culturali, prima che politiche, sul territorio al di là di quello che sarà il nostro risultato elettorale . Dentro o fuori i palazzi del potere i partiti dovranno ormai fare i conti anche con noi, a partire dalla campagna elettorale in cui ci troviamo ora a competere. Stiamo difatti portando avanti una battaglia contro lo scempio dei manifesti abusivi. Inoltre stiamo pressando la Commissione elettorale cittadina affinché non si arrivi alla nomina ad personam degli scrutatori ma ad un più equo sorteggio pubblico». L’evento ha visto la partecipazione di numerosi artisti del territorio tra i quali: “The Ardens”, “Anna Mancini”, “Alessandro Liccardo trio”, “The Mantra ATSMM”, “Angels Gospel Choir”, “R&Fusion” e “Rosario De Marco”. Alla manifestazione politica ha preso parte anche il noto comico locale “Alan De Luca”.

                                                                                                                        Claudio Di Paola

Lascia una risposta