Scafati: conferenza stampa dell’Associazione Syneimi

323

Venerdì 13 aprile si è tenuta presso la chiesa di Scafati “San Francesco di Paola” una conferenza stampa organizzata dall’ associazione filantropica SYNEIMI. Il segretario di Syneimi, Luigi Cinquegrana, ha affermato questo, nell’ambito delle attività del forum dei giovani e dell’associazione: “L’associazione socio culturale Syneimi  nata nel 2010  sul territorio scafatese  opera in modo attivo e autofinanziato  organizzando  eventi culturali che possano valorizzare le tradizioni locali e gli usi e  operando  nell’ambito dei servizi di rilevanza sociale e di utilità generale con lo scopo di promuovere, sviluppare e gestire iniziative culturali, sociali, ricreative, sportive e di solidarietà nelle varie forme. Quale  strumento se non il forum dei giovani può essere  idoneo a rafforzare  le attività socio culturali appena elencate ?  Il Forum è nato proprio con questo obiettivo”.

In seguito è intervenuto un altro membro Mariafrancesca Buono che ha asserito: “Io penso che non c’è politica culturale e sociale senza una squadra che condivida gli stessi obiettivi. Vedete, io sono certa di una cosa: le politiche sociali e culturali sono a tutti gli effetti politiche di sviluppo. Perché non vi potrà essere sviluppo possibile nella nostra città, senza un investimento nuovo e strategico sui giovani, sulle loro idee, sul loro talento, sulla loro energia e sulle loro passioni. Ecco, io penso che con il gruppo politiche culturali e sociali si debbano fare due cose semplici:ascoltare e dare forza all’autonomia creativa che si traduce in personali progetti di vita”.

Pregevoli anche gli interventi dei due membri eletti al forum dei giovani: Stanislao Elefante e Giovanni Cirillo. Il primo ha osservato: “Ci tengo a precisare che sono ancora un liceale, che non sono ancora maggiorenne, perché molto spesso, anzi per la verità quasi sempre, si dimentica che l’adolescenza non è solo una fase di trasformazione e confusione nella vita di una persona, ma è soprattutto un momento di crescita e un processo di responsabilizzazione, un periodo durante il quale un ragazzo inizia a guardare tutto quello che lo circonda, con spirito critico. Questo vuol dire che anche se non può votare per eleggere il sindaco, un adolescente sa quali sono i problemi che ci sono nella sua città e ha interesse nel risolverli”.

Cirillo ha aggiunto: “Ieri si è tenuta, in sala consiliare, la seduta d’insediamento dei membri del Forum. L’ordine del giorno è stata la distribuzione dei vari consiglieri tra cinque diverse aree di interesse, il tutto svoltosi in modo assolutamente democratico. Il ruolo di questi gruppi è snellire e velocizzare il funzionamento del Forum, assumendosi compiti di iniziativa, di ricerca, di studio, di statistica, di valutazione, facendosi carico, dunque, di quelli che sono i lavori preparatori ai progetti da sottoporre all’amministrazione comunale, i quali, in via preliminare, devono in ogni caso ottenere il placet, a maggioranza semplice, dell’intero organo in seduta assembleare”.

Aniello Danilo Memoli

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta