Pompei: Raffaele Savarese nominato commissario del FLI

243

Nell’ambito delle crescenti novità che si sono sviluppate di recente a Pompei sul versante della politica cittadina, anche FLI, il neonato partito guidato dal Presidente della Camera Gianfranco Fini, ha fatto registrare dei cambiamenti particolarmente significativi. È stata annunciata, infatti, una decisione cruciale per la dinamica interna al gruppo politico, ovvero il relativo commissariamento. La scelta dell’ambita carica è caduta su Raffaele Savarese, nominato direttamente dal coordinatore provinciale di Futuro e Libertà ed ex consigliere regionale Pietro Diodato. I motivi del commissariamento sono da ricercare nell’esigenza di realizzare un maggiore radicamento territoriale per una formazione politica di recente sorta nel panorama  dei partiti nazionali e che ancora più vicina nel tempo vede la sua storia a livello locale. L’obiettivo, quindi, del neocommissario Savarese, secondo le direttive dei vertici provinciali, sarà quello di  imprimere una forma compiuta alla gestione cittadina di FLI, che sta attraversando ancora una fase organizzativa, e, soprattutto, incrementare la partecipazione dei cittadini a tale compagine politica raccogliendo ulteriori adesioni a questo progetto partitico. Questa missione, del resto, appare tanto più ardua in un periodo di disincanto verso i politici e i partiti,  mentre si assiste all’ avvento di una forte propensione della popolazione per l’antipolitica. Tuttavia in questo certo non facile compito il nuovo commissario è accompagnato dall’incoraggiamento dello stesso Onorevole Provinciale Pietro Diodato che si è detto sicuro del suo fattivo impegno augurandogli un proficuo lavoro. È questo, quindi, lo scenario che si prospetta per il FLI pompeiano che sarà traghettato verso il prossimo congresso dallo stesso commissario Savarese, in vista di una crescita e di una maggiore presenza anche nella politica cittadina.


                                                                                                                    Claudia Malafronte

Lascia una risposta