San Giorgio: Nasce l’associazione “Arte e Cultura”

181

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    La La cultura al centro di un processo di crescita progressivo e costante. Nasce a San Giorgio a Cremano l’associazione “Arte e Cultura”, dall’idea di un gruppo di comuni cittadini che hanno voluto dare seguito all’iniziativa “Una strada … tanti presepi”, tenutasi in via Salvator Rosa, nel famoso “Villaggio Corsicato” in occasione delle festività natalizie dello scorso anno. Per quasi un mese, le attività commerciali della zona esposero dei presepi di proprio allestimento, con una grandissima partecipazione di pubblico. Un successo che potrà ripetersi anche quest’anno con la riproposizione della kermesse di Natale. Da qui il desiderio di costituirsi in un’associazione che avesse come scopo principale la promozione e la diffusione della cultura popolare tra le diverse fasce della popolazione, rivolgendo un’attenzione particolare agli anziani, da sempre considerati “memoria storica” del Paese e i giovani, futuro della società. «La cultura è il momento più bello per ritrovare se stessi – afferma entusiasta il presidente dell’associazione Lorenzo Sonnino – daremo ad essa uno spazio importante, nella formazione del sapere. Metteremo a disposizione di tutti i cittadini uno spazio di confronto e promuoveremo momenti di aggregazione in modo da spingere una crescita umana, sociale e sulla base dell’educazione». «Il nostro obiettivo fondamentale – dice Sergio Landolfi, promotore del neonato ente nonché “padre” della manifestazione natalizia dei presepi – è quello di rivalutare il territorio e di renderlo sempre più vivibile. Vogliamo divenire un punto di riferimento per gli abitanti di via Salvator Rosa». La costituzione dell’associazione “Arte e Cultura” si accompagna alla nascita di un nuovo periodico esclusivamente cartaceo, “La voce del Villaggio” in risposta a quanti credono che esista solo internet per informarsi e un ulteriore supporto per chi, come gli anziani, piuttosto refrattari all’utilizzo della rete, non possono o non sono capaci di “navigare”. «Il nostro giornale – afferma il direttore Angelo Profeta – vuole diventare un punto di riferimento per le istituzioni locali, soprattutto quelle scolastiche, promuovendo attività specifiche e coinvolgendo anche le persone più adulte, vere e proprie risorse per i nostri ragazzi. Il nostro obiettivo è quello di divenire parte sempre più attiva della vita del territorio conducendo ricerche e indagini mirate ad evidenziare eventuali criticità per quanto riguarda gli strati più esposti alla crisi del nostro territorio. Ci riferiamo, in primo luogo, ai giovani commercianti, imprenditori ed ai disoccupati. Non dimenticando mai i meno fortunati come i diversamente abili. Sperando che l’arte e la cultura, grazie alle sue diverse espressioni e sfaccettature, possa costituire un sollievo al proprio disagio ed un’occasione di riscatto sociale». L’associazione sarà aperta al contributo del terzo settore come strumento di promozione e di diffusione di idee ed iniziative nei confronti delle istituzioni politiche locali e centrali. Ad una condizione: la politica rimanga fuori!

                                                                                                                                      Claudio Di Paola 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta